ASCOLI PICENO – Finisce con una sconfitta per 3-0 la prima partita casalinga del 2019 dell’Ascoli, tutte nel secondo tempo le reti del Perugia che va a segno al 51′ con Verre su rigore,  al 56’con Han e con l’ex Felicioli nell’ultimo minuto di recupero.

L’allenatore dell’Ascoli Vincenzo Vivarini: “Ogni volta che c’è un po’ troppo entusiasmo torniamo con i piedi per terra, questa è la lezione che ci dà questa partita. E’ stata una partita strana, nel primo tempo il Perugia non è mai stato pericoloso, noi abbiamo avuto diverse occasioni. Loro sono passati alla prima occasione, è stato bravo Han a vivacizzare il loro attacco. Quello che mi è piaciuto meno è stata la reazione dopo il gol subito, avremmo dovuto avere un altro approccio. Il Perugia ha avuto solo quelle tre occasioni e ha fatto 3 gol, sul rigore potevamo fare sicuramente meglio, così come sul secondo gol, dovevamo avere l’umiltà di aspettare 5/10 minuti per poi attaccare.”.

Ciciretti? Dobbiamo lavorare per inserirlo nel mosaico dell’Ascoli, ancora non conosce bene il nostro gioco, è stato comunque pimpante, speriamo di inserirlo presto nel nostro gioco. Troiano e Lanni sono venuti meno poco prima della partita, cerchiamo di prendere il positivo, il Perugia è venuto a giocare la palla e noi li abbiamo contenuti bene. Dobbiamo essere più cattivi e determinati nelle occasioni che creiamo. Sapevamo che il Perugia gioca molto in verticale, dovevamo stare attenti. Frattesi? Sta crescendo, ci sta mettendo personalità, ha la forza e la determinazione per lottare su ogni pallone, oggi ha fatto bene. Ardemagni? Credo tornerà dopo la sosta. Sui calci piazzati ci è mancata la stoccata vincente”.

Il tecnico del Perugia Alessandro Nesta: “Siamo partiti un po’ male, abbiamo regalato nei primi 15 minuti delle punizioni dal limite che l’Ascoli non ha sfruttato, nel secondo tempo ci siamo messi meglio. Il rigore ci ha permesso di aprire la partita, all’inizio siamo stati entrambi poco pericolosi, noi potevamo fare meglio. Noi abbiamo preso tanti gol, siamo più bravi a segnare, oggi non abbiamo preso gol e questo è un dato molto positivo. L’Ascoli è una squadra molto fisica, avevamo bisogno di più centimetri e più fisicità, soprattutto sui calci piazzati. Siamo una squadra molto giovane  e perciò altalenante, noi viviamo alla giornata, rispetto allo scorso anno abbiamo cambiato tutta la squadra. Non vedo l’ora finisca il mercato, crea molte distrazioni e dura troppo”.

Il terzino bianconero Lorenzo Laverone: “Sul terzo gol c’era fallo di palla trattenuta, era impossibile giocare il pallone. L’obiettivo dell’Ascoli è la salvezza, il campionato di Serie B quest’anno è molto difficile, bisogna arrivare al più presto ai 40 punti. Il rigore? Sono andato a contrasto e pensavo di aver preso la palla, devo rivederla, lui è stato rapido a buttarsi e l’arbitro ha fischiato”

Il difensore Riccardo Brosco: “Nel primo tempo abbiamo fatto una grande partita, nel secondo le parti si sono invertite, sono usciti e ci hanno fatto male. Han? E’ molto veloce e se gli lasci spazio ti fa male, anche se secondo me abbiamo sbagliato noi, avevamo preparato alcune cose che poi non abbiamo fatto. Sul secondo gol ci sono state un po’ di nostre incertezze. Sul terzo gol l’arbitro doveva fischiare, era fallo. A Lecce sarà una partita difficilissima, dovremo andare là con umiltà cercando di strappare almeno un punto, andare lì con presunzione potrebbe esporci ad una figuraccia”

.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte)