ROTELLA – Una delle eccellenze del Piceno improvvisamente è scomparsa dai punti vendita: parliamo del Latte Vero, prodotto dalla Cooperativa La Stalla Sociale “La Comune” di Rotella, piccolo paesino piceno tra Valtesino e Vallata del Tronto. Un latte di altissima qualità, tanto che non erano pochi coloro i quali acquistavano esclusivamente Latte Vero per i benefici apportati anche a livello digestivo.

“Dopo il terremoto abbiamo avuto grandi problemi – afferma il presidente della cooperativa Vincenzo Tirabassi – Per questo motivo abbiamo approvato un progetto di ricostruzione e, per questo motivo, abbiamo dovuto ridurre momentaneamente il numero dei capi e fermato il processo di imbottigliamento”.

Capi che, a regime, erano 360 e della razza mezzana rossa, “perché se è vero che è una razza che produce meno latte, è anche vero che la sua qualità è notevolmente superiore” afferma Tirabassi, che aggiunge: “Contiamo che i lavori possano concludersi entro un anno, per cui, nel 2020, riprenderemo l’abituale produzione di latte tornando al numero di capi precedente”. Il tutto garantendo la stessa qualità: “La produzione sarà sempre attraverso la vacca mezzana e il numero dei capi tornerà a 360”.

Nel frattempo, comunque, la Cooperativa Sociale La Stalla cercherà un nuovo partner: “Ci aiuterà sia a livello di distribuzione che nella gestione aziendale”, spiega Tirabassi, il quale al momento non anticipa nomi perché “ne stiamo parlando in questi giorni”.

La Cooperativa La Stalla Sociale “La Comune” fu fondata dall’ex sindaco Luigi Borraccini, che ne fu per anni presidente, e padre dell’attuale sindaco Giovanni Borraccini. La distribuzione del Latte Vero di Rotella ha raggiunto i 400 punti vendita tra le province di Ascoli, Fermo e Macerata e Teramo. Adesso, per gli affezionati clienti, ci sarà da aspettare almeno un anno.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.