ASCOLI PICENO – Trattativa conclusa bene. Così riferiscono i sindacati Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil in merito alla questione con la Sabelli Spa in merito al rinnovo del contratto aziendale.

Daniele Lanni, Segretario Generale della Flai Cgil, Gabriele Monaldi, Segretario Generale della Fai Cisl, Eugenio Zallocco, Segretario Generale della Uila Uil, insieme alle Rsu Davide Acciaroli (Flai Cgil), Marco Carlini e Vittorio Girolami (Fai Cisl), e Mara Vattani (Uila Uil) hanno rappresentato i lavoratori in questa trattativa di straordinaria importanza.

La fase è molto importante per la crescita dell’azienda, e la necessità che i rappresentanti dei lavoratori hanno sentito è stata quella di far crescere anche il livello di diritti e salario dei dipendenti: “Unitariamente abbiamo ritenuto questo accordo un passo avanti, sia in termini di stabilità per i lavoratori, sia in termini di minore flessibilità e maggior sicurezza degli orari di lavoro. Inoltre cresce il premio di produzione che raggiunge i 1000 euro di messo in palio, diminuiscono sensibilmente le ore di flessibilità, e aumentano alcune maggiorazioni per il lavoro straordinario e la flessibilità” hanno dichiarato unitariamente i rappresentanti dei lavoratori.

Le parti hanno inoltre concordato 42 assunzioni a tempo indeterminato per il triennio di vigenza contrattuale. E hanno esteso una serie di prestazioni, ad esempio il buono pasto previsto per i lavoratori Sabelli, anche ai lavoratori in somministrazione. Alcuni aspetti di grande importanza nell’ottica dell’inclusione di tutti i lavoratori nei meccanismi aziendali e nell’ottica di creare maggiore stabilità.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.