Recensioni di Gianluigi Ferretti

CROCE E DELIZIA Due signori non più giovani dopo un po’ di mesi che si frequentano, decidono di sposarsi. Ma come poterlo dire ai componenti le proprie famiglie, questo è il problema? Uno si è fatto “ da solo”, ha una pescheria molto avviata, rimasto vedovo da poco, non molto istruito ed ha una mentalità un po’ chiusa e tradizionale, l’Altro viene da un divorzio, ha più di una figlia è colto e per vivere fa il mercante d’arte. Decidono di far incontrare e conoscere le proprie famiglie nella villa al mare del mercante d’arte durante una vacanza. Cominciano così i problemi e le incomprensioni che tale situazione può creare ed i rispettivi figli cercano in tutti i modi di rovinare i loro piani e far naufragare il progetto del matrimonio. Pur facendo una regia corretta e sensibile, Simone Godano, non riesce a centrare i temi descritti nel film, sulle unioni civili, sui rapporti familiari un po’ complicati e sulla fragilità dei caratteri delle persone facendo scivolare il tutto in una sterile commedia. Gli attori Alessandro Gassman, Fabrizio Bentivoglio, Jasmine Trinca e Filippo Scicchitano fanno quello che possono. FILM CHE SI PUÒ VEDERE.

THE VANISHING, IL MINISTRO DEL FARO Siamo ai primi anni del 1900 e in un isola sperduta della Scozia approdano per lavorare come guardiani del faro tre uomini di età diversa. Tutti e tre hanno un passato e dei piccoli segreti che ognuno vuole dimenticare. Un giorno, dopo una tempesta, i tre uomini si accorgono che su una parte dell’isola c’è il relitto di una piccola barca fuori c’e’ il corpo di un uomo che sembra morto ed accanto ad esso una cassa. Fatto scendere sulle rocce, con delle corde , il più giovane per rendersi conto della situazione si troverà a lottare con l’uomo creduto morto e alla fine lo uccidera’. Una volta portata la cassa che hanno recuperato, all’interno della casa, si scoprirà che contiene lingotti d’oro. Dopo un po’ di giorni approda sull’isola una barca con dei marinai che reclamano e vogliono tornare in possesso della cassa e succede l’imprevedibile. Film tratto da una storia vera di tre uomini scomparsi nel nulla. La regia di Kristoffer Nyolm non riesce, pur avendo un soggetto molto interessante, ad appassionare e dare mordente e suspance al thriller e alla storia piena di enigmi e, tratta la caratterizzazione dei personaggi in modo superficiale e inconsistente, peccato perché l’ambiente e le atmosfere sono buone ed hanno una bella fotografia. Gli attori Peter Milan, Gerard Butler e Connor Swindells se la cavano e soprattutto Gerard Butler riesce a dare spessore al proprio personaggio. FILM CHE SI PUÒ VEDERE.

DOMANI È UN ALTRO GIORNO Due amici di lunga data Tommaso e Giuliano si rivedono dopo molti anni. Sono caratterialmente diversi, Tommaso è taciturno , riflessivo, lavora da molti anni in Canada dove si è stabilito e ha formato una famiglia e ha due figli, Giuliano è esuberante, estroso pieno di vita e per vivere fa l’attore di teatro, separato con un figlio e ha un cane a cui vuole molto bene. Tommaso, dopo aver superato la sua paura di viaggiare in aereo, arriva s Roma perché vuole rivedere l’amico. Il motivo della visita, che dura solo quattro giorni, è la grave malattia che ha colpito l’amico , ed è questa , l’occasione per parlargli e stargli vicino. La regia di Simone Spada mette l’accento su come viene vissuta, accettata ed elaborata la malattia, il dolore, la morte e l’eutanasia. Si riflette sulle reazioni di coloro che sono malati e sulle loro angoscia, sofferenze, smarrimento e rabbia, e, su quella di coloro che ne vengono s conoscenza con incredulità, rassegnazione, solidarietà ed affetto. Film remake di un film argentino del 2015 dal titolo “Truman”. Gli attori Marco Giallini e Valerio Mastandrea ci offrono una buona prova. FILM DA VEDERE


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.