CASTORANO – Un’intervista doppia tra il sindaco uscente Daniel Claudio Ficcadenti e il nuovo candidato per la lista “Il coraggio di cambiare – Castorano 2019”.

Con questa formula insolita e vivace, il 9 marzo, in una gremita Casa del Popolo, Graziano Fanesi ha ufficializzato la sua candidatura per le prossime amministrative di maggio. Trentaduenne, con 10 anni di esperienza amministrativa alle spalle. Moderatore dell’evento, Luca Sestili.

Se all’inizio le domande sono servite per conoscere meglio i due intervistati – squadra del cuore, canzone, libro e film preferiti – poi hanno riguardato l’attuale e la futura Amministrazione di Castorano.

Sulle Opere pubbliche Ficcadenti ha parlato dei 6 milioni di euro di finanziamenti intercettati e ha elencato alcune delle opere già compiute: l’ostello della gioventù, importante dal punto di vista architettonico e turistico; la riqualificazione del Parco della Rimembranza, dove è stato posizionato di nuovo un Monumento ai Caduti e ripristinata l’illuminazione grazie al cofinanziamento della Ciip; il piano asfalti zone rurali e centro urbano. “Non possiamo dimenticare – continua il Sindaco – dell’anno e mezzo di emergenza per il terremoto e il problema che il sisma ha causato alla scuola materna ed elementare, ormai inagibili. Abbiamo spostato i due plessi e siamo in attesa del nuovo, plesso già finanziata con i fondi del terremoto”.

Per Fanesi, invece, ha dichiarato che sarà fondamentale ripartire da quanto fatto dall’Amministrazione. A cominciare proprio dalla scuola, il cui progetto verrà presentato dei prossimi mesi.

“Inoltre – continua il candidato – è previsto un rafforzamento del costone di via Marconi, finanziato interamente dai fondi per il dissesto idrogeologico della Regione Marche. Il terzo obiettivo a breve termine riguarderà invece gli impianti sportivi: un progetto ambizioso del valore di 250 mila euro, finanziato dalla regione per 75 mila euro. Poi sono già previsti 112 nuovi loculi cimiteriali. Nei prossimi anni dovremo intercettare quanti più fondi possibili, e nel cantiere già ci sono l’illuminazione di alcune zone e la riconversione dell’ex scuola in via Giacomo Leopardi come ambiente per giovani, anziani o attività produttive”.

Per quanto riguarda l’Ambiente, Ficcadenti ha ricordato di come, grazie alla raccolta spinta, Castorano è passato, in poco tempo, dal 24% al 72% di conferimento della differenziata.

“Sull’Ambiente abbiamo fatto tanto ricorda il Primo cittadino –  ma avevo una punta di diamante in Consiglio che era l’assessore Fanesi. Siamo stati premiati anche a livello nazionale come Comune Riciclone e  i cittadini hanno risposto bene”

“Partimmo con i mastelli nel 2014, assieme a Monsampolo e Castignano continua Fanesi –  L’obiettivo, nel futuro prossimo, sarà la diminuzione di ciò che si porta in discarica. Esiste già un progetto sul compostaggio, che sarà presentato a breve in Consiglio”.

Sui Giovani, sia Ficcadenti sia Fanesi hanno sottolineato l’importante ruolo che svolgono nella comunità, e delle attività pensate, negli anni, dalla Consulta Giovanile. Per entrambi gli intervistati, i giovani avranno un ruolo importante anche nella nuova amministrazione.

Sui i capisaldi dell’economia di Castorano, che sono Turismo e Agricoltura, Ficcadenti ha ricordato che input importante fu per il turismo la riqualificazione dell’ostello. “Non è stato facile portare le persone a Castorano – continua Ficcadenti – visto che non è di passaggio. Oggi tanti privati hanno investito sul comparto turistico e Castorano è diventata più vivace da questo punto di vista. L’Agricoltura è legata al turismo e abbiamo cercato di stare vicini ai produttori, anche con sostegno economico, per sostenerli alle fiere e nella promozione dei prodotti”.

“Perché il turista dovrebbe venire da noi? – precisa Fanesi – Per il centro storico, per i panorami fantastici, per le eccellenze importanti vitivinicole a livello nazionale e internazionale. Grazie ai produttori il nostro paese è conosciuto. Con loro abbiamo pensato a un evento previsto per maggio con un tour nelle loro cantine”.

Su Associazionismo e Cultura Ficcadenti ricorda che Castorano può vantare diverse associazioni e molto attive. Poi ha sottolineato l’importanza del Festival più importante del paese: Scrivere per la Musica, che ha ospitato personaggi importanti come Eugenio Finardi e l’ascolano Dario Faini, reduce dal successo di Sanremo. “Abbiamo investito molto nella Cultura, che è fondamentale per una comunità – continua il Primo cittadino – e per la crescita dei piccoli cittadini. Per questo abbiamo destinato, in cinque anni, una somma molto importante per un comune così piccolo: 500 mila euro per i progetti culturali nelle scuole”.

Per Fanesi, nei prossimi anni bisognerà puntare su associazioni, cultura e tradizioni: “Ho collaborato con tutte le associazioni, per uno scambio di idee, cercando di rispondere alle loro esigenze e, negli anni, abbiamo riformato il direttivo della Pro Loco. Tra le tradizioni da proseguire ci sono la V’vtella, per cui siamo riusciti a formare un comitato organizzativo; la scuccetta della domenica di Pasqua e la commemorazione del 4 novembre. Tutte attività che continueremo a portare nelle scuole, per coinvolgere gli studenti”.

“Graziano sarà un grande sindaco conclude Ficcadenti –  per il grande pregio che ha di parlare con tutti, di ascoltare tutti. È giovane ma ha già esperienze amministrative alle spalle”.

“Metto a disposizione l’esperienza maturata in questi annidichiara infine Fanesi – Spero che questo possa giovare al bene della mia squadra e dell’attività tutta”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.