SPINETOLI – Una bella locanda sociale, un buon libro, due chiacchiere tra amici e una cena diversa. Questo il programma della presentazione del libro Per tutti Persone edito dall’Editrice Ave e curato dall’Azione Cattolica dei Ragazzi che sarà presentato mercoledì 10 aprile alle 21.30 presso la “Locanda del Terzo settore – Centimetro zero” di Pagliare del Tronto.

L’iniziativa organizzata dall’Azione Cattolica Italiana delle diocesi di Ascoli Piceno, Fermo e San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, si terrà in un luogo speciale che ha come obiettivo quello di annullare ogni distanza non solamente in tema gastronomico, ma soprattutto sociale: offrendo a ragazzi diversamente abili la possibilità di integrarsi nel mondo del lavoro. Proprio per questo la “Locanda del Terzo settore – Centimetro Zero” è stata scelta come location per la presentazione del volume che rappresenta la “prima tappa” dell’impe­gno dell’Azione cattolica dei ragazzi a farsi incontro “tra” e “con” soggetti differenti, accomunati dal desiderio di integrare e ac­compagnare i piccoli ad abitare quelle periferie esisten­ziali che gli adulti, timorosi di non essere in grado di farvi fronte, spesso emarginano anche dall’a­nima.

Ma più ancora Per tutti persone nasce dalla sfida lanciata da bambini e ragazzi nel corso dell’ultima assemblea nazionale dell’Azione Cattolica Italiana: «Frequentemente ci accorgiamo che le diversità sono causa di allontanamento e isolamento tra le persone, le generazioni e i gruppi. Chiediamo ai gio­vani e agli adulti di impegnarsi con noi affinché nasca un dialogo e l’incontro delle diversità diventi ricchezza».

La serata inizierà alle ore 19.45 con la cena preparata e servita cena servita dai ragazzi della locanda, e continuerà alle 21.30 con la presentazione del volume con: Luca Marcelli (Responsabile Nazionale dell’Acr) e Tiziana Capriotti (Neuropsichiatra infantile Umee Ospedale di San Benedetto del Tronto); a moderare l’incontro Luca Girotti (delegato regionale Marche dell’Azione Cattolica). In un tempo in cui le differenze vengono presentate come un problema, una sottrazione di risorse alla comunità, il desiderio dell’Azione Cattolica anche attraverso la pubblicazione di Per tutti persone, è quello di una comunità cristiana in cui i ragazzi disabili e le loro famiglie non si sentano dire che la loro disabilità è un problema da risolvere, desideriamo che i nostri gruppi di Ac siano luoghi dove questa frase non si sente, perché la differenza non è mai sottrazione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.