OFFIDA – Tutto pronto per un evento molto atteso e gradito dalla collettività ma anche da tanti turisti.

Parliamo della Mangialonga Picena, edizione 2019. La sesta edizione della manifestazione, in programma domenica 21 luglio, si preannuncia ricca di novità rispetto agli ultimi anni. I protagonisti rimarranno i prodotti enogastronomici di qualità delle Marche, interpretati da chef e vignaioli innamorati della loro terra, a rinnovarsi saranno invece il percorso tra le campagne del borgo piceno e il format del viaggio.

Una kermesse curata da Picenum Tour in collaborazione con il Comune e le attività commerciali ed enogastronomiche coinvolte nel progetto. Anche quest’anno le iscrizioni hanno registrato il “sold out”. Sono attese oltre 800 persone da tutta Italia e non solo.

A 48 ore dalla manifestazione, Piceno Oggi ha intervistato uno degli organizzatori: Marco Cicconi.

Mangialonga Picena 2019, quali sono le sensazioni?

“Molta gente ci dice ‘ormai siete esperti, siete bravi, siete abituati’. Ma ogni anno la Mangialonga Picena cambia. La base resta la stessa ma in altri aspetti la kermesse è diversa. Abbiamo cambiato percorse, non si terrà sul versante Borgo Miriam-Ripatransone ma su San Lazzaro. Percorso completamente nuovo e a nostro parere molto bello. Sarà una full immersion nella campagna. Una bella gita in un angolo di Offida che pochi conoscono. Le sensazioni sono sempre le stesse, ci sentiamo comunque impreparati nonostante gli anni di esperienza ma mi spiego: c’è ansia ma è quel timore positivo perché l’aspettativa è alta e noi organizzatori lavoriamo a 360 gradi per soddisfare tutti i partecipanti”.

Perché la Mangialonga Picena piace così tanto alla gente?

“In realtà credo che la risposta sia nella sua semplicità: in un evento di 6/7 ore che comunque durerà fino a tarda serata, c’è tanta allegria e condivisione con amici. Ci sono gruppi, solitamente, di una decina di persona che passano una giornata spensierata. Molti  partecipanti fanno lavori sedentari e quindi è una sorta di ‘liberazione’ dalla quotidianità. Inoltre si mangia davvero bene, prodotti gastronomici del territorio di qualità e i vini sono di ottima fattura. Poi c’è musica, animazione: tutti gli ingredienti necessari per una bella giornata di festa. Tutto ciò scoprendo, o riscoprendo, il nostro territorio”.

Cosa si devono aspettare i partecipanti in questa edizione?

“Un territorio bello, dell’ottimo cibo, dell’ottimo vino e speriamo un’ottima organizzazione”.

Avete ringraziamenti da fare per la kermesse? Ricordiamo che la Mangialonga Picena è ormai tra gli eventi ‘clou’ dell’estate.

“Ringraziamo le aziende private che ci hanno sponsorizzato (n.d.r. sul sito della Mangialonga Picena ci sono tutti i nomi). E’ un evento dove il finanziamento pubblico praticamente non esiste e quindi il coinvolgimento delle attività commerciali è molto importante e una grande mano, ovviamente, la danno anche i partecipanti, pagando il biglietto. E chi compra un tagliando ha sempre diritto di assistere ad un grande spettacolo e noi lavoriamo sodo, come fatto negli anni scorsi, per fare modo che ciò accada”.

INFORMAZIONI SULLA MANGIALONGA PICENA 2019

Partendo sempre dalla Piazza del Popolo di Offida e ritornando allo stesso punto per la grande festa finale, il nuovo percorso della Mangialonga Picena proporrà un suggestivo itinerario di 6 chilometri tra punti panoramici, casolari e cantine di Offida. Ogni tappa sarà l’occasione per gustare golosi piatti preparati dagli chef con ingredienti locali e di stagione, degustare i vini tipici del Piceno e conoscere aneddoti, storie e curiosità sul territorio. Durante il tragitto per la prima volta i gastronauti potranno fare tappa in vere e proprie oasi del gusto dedicate ai vini simbolo del Piceno – il Pecorino, la Passerina, il Rosso Piceno e non solo – proposti nelle diverse interpretazioni dei vignaioli marchigiani per trovare l’abbinamento preferito spaziando tra tradizione, sfumature sensoriali e gusto personale.

Come sempre è foltissima e di prima qualità la formazione degli chef che scandirà il percorso con antipasti, fritti ascolani, primi e secondi piatti fino al dessert. I piatti della Mangialonga Picena 2019 saranno firmati dagli chef Roberto Di Sante (Osteria del Sarto), Tommaso Melzi (Attico Sul Mare), Simone Ventresca (Antico Caffè Soriano), Nikita Sergeev (L’Arcade), Luca De Cesaris (Piccolo Teatro), Osvaldo Denti (Osteria Marca Zunica), Gianmarco Di Girolami (BlobCaffè), Daniele Citeroni Maurizi (Osteria Ophis), Davide Camaioni (Posto Nuovo) e dal mastro gelatiere Fabio Bracciotti (Creme Glacée).

A completare il festival dei sapori lungo il percorso e nell’arena del gusto in Pizza del Popolo saranno i vini di Torre del Nano, La Valle del Sole, Ciù Ciù e di altre numerose cantine locali, i formaggi dell’azienda Fontegranne, l’Anisetta Meletti, il vin cotto di Colline Offidane, le Bibite Paoletti e il caffè di Orlandi Passion.

Altre informazioni utili sono disponibili sul sito www.mangialongapicena.it

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.