APPIGNANO DEL TRONTO – È terminato venerdì 6 settembre il percorso che ha visto protagonisti 20 giovani e giovanissimi residenti del Comune di Appignano inserito nel progetto  Remi MeTe Estate in collaborazione con la Fondazione Carisap.

Una settimana insieme ai docenti Roberto Paoletti e Francesca Piccioni che hanno sviluppato un doppio percorso dividendo il gruppo in base all’età dei partecipanti per poter offrire il giusto livello di formazione a tutti i partecipanti.

Il percorso, che vede coinvolti l’associazione La Casa di Asterione e il Comune di Appignano del Tronto come partner per lo sviluppo di azioni di mediazione artistica attraverso il teatro sociale con obbiettivi pedagogici ed inclusione sociale, ha visto partecipare tutti i giovani con assoluta costanza nelle due location preparate per l’occasione, il teatro Sale e il centro di aggregazione giovanile nel municipio.

“Si conclude così l’estate dei ragazzi; durante tutto il periodo delle vacanze hanno avuto la possibilità di partecipare a campus e laboratori rivolti a tutte le classi di età. A partire dalle colonie marine, ai campus con il Laboratorio della Speranza, a Infanzia estate e MeTe, tutti percorsi organizzati e gestiti in modo eccellente da educatori e operatori preparati” dichiara la Sindaca Sara Moreschini.

“Nei piccoli comuni come il nostro –  conclude la prima cittadina – È  necessario dare un’offerta maggiore in termini di servizi alle famiglie, e così abbiamo fatto, scegliendo iniziative di grande qualità. Grazie davvero a tutte le associazioni e gli operatori che hanno lavorato con i nostri ragazzi”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.