http://www.ascoliservizi.it/trasparenza/AVCP_2018_1.xml

ASCOLI PICENO – Il link che pubblichiamo sopra riporta alla pagina sulla “trasparenza” di Ascoli Servizi Comunali. La pagina si apre con inequivocabile: This XML file does not appear to have any style information associated with it. The document tree is shown below. Insomma una apertura in inglese e in linguaggio tecnico-informatico che è tutto un programma.

Infatti below (di seguito) ci sono righe su righe di linguaggio html, praticamente illeggibili. Ci riferiamo a bandi, incarichi, acquisti. Non esiste alcun link.

 

Ed è così anche comico il fatto che un testo del genere si apra con un riferimento alla Legge 190 del 2012, la cosiddetta Legge Severino, che tra le altre cose dispone alcune misure in seno alla trasparenza nella pubblica amministrazione. Ricordiamo che Ascoli Servizi Comunali è una società partecipata per il 60% dal Comune di Ascoli Piceno.

Nella pagina della Camera dei Deputati in riferimento alla Legge 190, si legge in incipit: “Nell’ambito delle politiche contro la corruzione, la trasparenza delle pubbliche amministrazioni sta assumendo, negli ultimi anni, un ruolo centrale. Il Codice della trasparenza delle pubbliche amministrazioni ha riordinato e integrato le disposizioni in materia di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte dei soggetti pubblici. Potenziati anche gli strumenti di accesso dei cittadini alle informazioni e ai dati detenuti dagli uffici pubblici con l’introduzione dell’accesso civico ai documenti per i quali esiste un obbligo di pubblicazione da parte delle p.a. e l’accesso libero, alla stregua del Freedom of Information Act”.

E quindi:

Le disposizioni riguardanti gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni sono state riordinate in un unico corpo normativo con l’adozione del Codice della trasparenza (D.Lgs. 33/2013) emanato in attuazione di quanto previsto dalla legge anticorruzione (L. 190/2012).

Il Codice individua una ampia serie di documenti e di atti la cui pubblicazione costituisce un obbligo da parte delle pubbliche amministrazioni, quali quelli relativi all’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni all’uso delle risorse pubbliche (comprese le informazioni degli immobili posseduti e della gestione del patrimonio), alle prestazioni offerte e i servizi erogati. I documenti, le informazioni ed i dati oggetto di pubblicazione obbligatoria sono pubblicati per un periodo di 5 anni e comunque fino a che producono i loro effetti; per renderli accessibili, sono pubblicati in un apposita sezione denominata «Amministrazione trasparente» nella home page dei siti istituzionali di ciascuna p.a.

 

 

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.