COMUNANZA – Problemi alla linea elettrica per le aziende che si trovano nel territorio di Comunanza: per ovviare alle difficoltà si è svolto un incontro tra il Comune, Confindustria Centro Adriatico con il supporto del consigliere Andrea Passaretti e la E-Distribuzione.

All’incontro, che si è tenuto presso la Sala Consiliare, erano presenti per Confindustria il Vice Direttore Corrado Alfonzi e per E-Distribuzione, tra gli altri, il responsabile di zona delle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, Ivano Gentilini, e Lorenzo Marinelli, che segue l’esercizio della rete e le manutenzioni specialistiche per le regioni Marche e Abruzzo.

Tra le aziende che avevano a vario titolo riscontrato problematiche, erano presenti Whirlpool Emea SpA, Tod’s Spa, Selettra Srl, Mep Srl, Chiaramarini Snc e il Prosciuttificio Prosperi.

Dopo un saluto di apertura del consigliere Passaretti e una breve introduzione avanzata da Confindustria sulle dinamiche che hanno già visto portare avanti simili tavoli di confronto con successo, proprio per la volontà reciproca di garantire il massimo supporto possibile per la risoluzione delle difficoltà, Marinelli ha esposto i dati sulla qualità dell’erogazione del servizio, sia a livello italiano che a livello locale.

L’intervento è stato utile per fornire preventivamente definizioni ed elementi normativi sulla materia, distinguendo ad esempio il tema delle interruzioni da quello dei buchi di tensione, come pure le diverse strategie e capacità di monitoraggio che si possono adottare a seconda che le forniture siano in media piuttosto che in bassa tensione.

E-Distribuzione ha inoltre illustrato i principali investimenti in corso con impatto sulla qualità del servizio elettrico nel territorio di Comunanza, uno su tutti il progetto Resilienza, che prevede la ricostruzione di linee di media tensione con soluzioni tecniche di ultima generazione, in grado di resistere maggiormente ai fenomeni atmosferici estremi.

Quindi la parola è passata alle imprese che hanno sottolineato come, a prescindere dalle definizioni tecniche e dal livello qualitativo dell’erogazione, comunque decisamente superiore a quello richiesto dalla normativa, la presenza di questi episodi, anche se in diminuzione rispetto al passato, creino comunque notevoli disagi e danni nelle linee produttive oramai dotate di macchinari e strumentazioni digitali molto più sensibili rispetto al passato.

Si è affrontato quindi il tema delle manutenzioni programmate che hanno visto E-Distribuzione SpA confermare la possibilità di valutare con le aziende la modalità di esecuzione delle interruzioni programmate, cercando, ove possibile, di venire incontro alle esigenze delle aziende stesse

Infine sono state condivise, anche grazie alla disponibilità del Comune quale ente super partes, alcune linee di intervento per i prossimi mesi che si auspica possano contribuire in ogni caso a ridurre ancora di più la statistica dei buchi di tensione che, per loro stessa natura, sono talvolta imprevedibili e difficilmente azzerabili. A tal proposito verranno da un lato selezionate alcune aziende che si presteranno ad essere monitorate con speciali strumenti di rilevazione al fine di individuare le micro interruzioni e la loro causa, dall’altro verranno messe in campo ulteriori azioni da parte del gestore della rete per individuare quelle anomalie che potrebbero aver ripercussioni sulla rete.

A tal proposito il Comune richiederà a tutte le aziende che insistono sul territorio di fornire, su base volontaria, una certificazione di conformità da parte dei propri manutentori di cabine e di impianti elettrici, in quanto anche questo aiuterà a comprendere meglio l’origine di eventuali fattori di disturbo sulla rete che possono generare ripercussioni a tutte le altre utenze.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.