ASCOLI PICENO – Ancora una sconfitta casalinga per l’Ascoli guidato da Delio Rossi che si fa superare per 3-0 dal Cosenza grazie alle reti di Baez al 46′, Gliozzi al 48′ e Bittante al 79′. Bianconeri mai in partita e raramente pericolosi in area calabrese, le parate di Leali e qualche errore degli attaccanti silani permettono al risultato finale di non essere ancora più pesante.

“E’ difficile dare una spiegazione a questa prestazione – le parole di mister Delio Rossi a fine gara – a parte la prima le altre due gare erano state incoraggianti sotto l’aspetto del gioco e dell’atteggiamento, oggi siamo venuti meno, penso non sia mancato l’impegno però se vedi che perdi tutti i duelli vuol dire che non abbiamo recuperato, di questo chiedo scusa perché sono l’allenatore e mi assumo io le responsabilità. In questo momento sembrerebbe che sia tutto sbagliato e tutto da rifare, sicuramente è una battuta d’arresto che non si aspettava nessuno per come è venuta però io conosco solo un metodo: se sei caduto devi ricominciare e fare qualcosa di più dignitoso perché stasera siamo venuti meno sotto tutti i punti di vista. Non penso che casa e trasferta influiscano sulle prestazioni visto il problema Covid, è un fatto mentale, ho visto una squadra stanca, venivamo da due partite in cui avevamo fatto discretamente, quando perdi in questa maniera ti fai mille domande”.

Sabiri? Quando perdi in casa 3-0 contro una diretta concorrente non è colpa di un singolo – continua il tecnico bianconero – il problema è generale, oggi abbiamo fatto male in maniera generale. Non soffriamo solo sulle corsie laterali, c’è poco filtro a centrocampo. Quando le cose non vanno bene si cercano i responsabili e non i rimedi, io devo cercare il rimedio. Domani dirò ai ragazzi che è brutto quello che si è visto e non è degno, di questo chiedo scusa alla gente di Ascoli, una partita del genere non è degna, chiederò ai giocatori di tirare fuori l’orgoglio, adesso posso lavorare solo su questo visto che si gioca ogni tre giorni e non c’è tempo di lavorare. Le preoccupazioni nascono da prestazioni come quelle di stasera, non pensavo fossimo dei fenomeni prima e non penso siamo quelli di stasera, la verità sta nel mezzo , la squadra ha dei limiti ed è evidente però dobbiamo lavorare anche su quelli”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.