Al termine della sconfitta subita al Brianteo di Monza, il capitano Riccardo Brosco ha chiesto scusa a nome di tutta la squadra per il trend negativo di risultati:

In questo momento le parole non servono a nulla, da capitano e a nome anche dei miei compagni chiedo scusa, tutti noi dobbiamo metterci in discussione, stiamo facendo qualcosa che non era preventivato, dobbiamo solo pedalare, lavorare a testa bassa e cercare in ogni modo di risollevarci da questa difficile situazione. Secondo me oggi ce l’abbiamo messa tutta, ma non basta e quando i risultati non arrivano è ancora più demoralizzante. Trovare una soluzione non è semplice, ma è nostro dovere trovarla. L’unico modo che conosco è lavorare, tanto, correre ed essere più concentrati. Ne dobbiamo uscire anche a livello morale”.

 

Questo il commento a fine gara di Michele Cavion:

“E’ un periodo veramente duro, difficile parlare quando hai 6 punti in classifica; anche questa volta siamo usciti dal campo dando il nostro massimo, ma non basta mai. Mi associo a quanto detto dal capitano, chiediamo scusa a tutti, noi andiamo in campo e rappresentiamo tutta la città, quindi facciamo mea culpa. Col Monza ce la siamo giocata a viso aperto, la settimana scorsa a Vicenza c’è stata la beffa all’ultimo minuto; servirebbe come il pane un risultato utile per dare una svolta anche mentale perché sarebbe un’iniezione di fiducia. Non ci abbattiamo, dobbiamo dare molto di più perché non è abbastanza, dobbiamo rialzare la testa al più presto. Siamo tutti molto dispiaciuti per questa situazione e la colpa è nostra che scendiamo in campo. Dobbiamo assolutamente reagire e non abbatterci”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.