APPIGNANO DEL TRONTO – Nella mattina di lunedì 8 febbraio, agli alunni della scuola secondaria di primo grado di Appignano del Tronto Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino, guidati dalla professoressa Assuntina Gaetano insieme l’amministrazione comunale hanno celebrato ovviamente nel rispetto di tutte le regole anti covid, la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo.

La sindaca Junior Lucrezia Alessi ha sottolineato come gli studenti della scuola di Appignano del Tronto abbiano affrontato un percorso formativo contro il bullismo e il cyberbullismo attraverso la lettura del libro Il lottatore mascherato e l’incontro con gli autori De Amicis e Luciani. Inoltre, in tutte le classi professori e alunni si sono confrontati su tale tema al fine di affrontare e prevenire tale fenomeno. Il percorso di formazione dei ragazzi si è concluso poi martedì 9 febbraio con la partecipazione all’evento connessi e sicuri per il Safer Internet Day 2021.

Il bullismo e il cyberbullismo sono fenomeni molto diffusi all’interno della nostra società che, come sottolineato dalla sindaca Sara Moreschini durante l’incontro, possono coinvolgere persone di tutte le età, ma di fronte ai quali i più giovani sono maggiormente indifesi. Infatti, sono fenomeni che lasciano cicatrici indelebili nelle vittime che li subiscono. Proprio per questo è necessario studiare e avere piena consapevolezza di quanto ognuno di noi sia importante nella propria diversità e esserne orgogliosi. 

Alla fine della celebrazione, nel cortile della scuola, la sindaca Sara Moreschini e la sindaca junior hanno stretto insieme quel “Nodo blu”, simbolo della Giornata, che unisce tutti noi nella lotta contro questo triste fenomeno, ricordando insieme come sia importante avere il coraggio di denunciare e chiedere aiuto. 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.