ASCOLI PICENO – Il decreto legge approvato oggi, 12 marzo, dal Consiglio dei Ministri vara restrizioni più stringenti per fronteggiare la nuova ondata di contagi e le varianti che preoccupano il governo e gli esperti.

Da lunedì 15 marzo fino al 6 aprile le Regioni che avranno un numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100.000 abitanti passeranno automaticamente in zona rossa. In merito alle festivita’ pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. Sara’ comunque possibile spostarsi all’interno della propria Regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone.

Inoltre, dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni i cui territori si collocano in zona gialla, si applicano le misure stabilite dai provvedimenti per la zona arancione.

Nelle schede Ali le principali novità del decreto, clicca per qui visualizzare.

Di seguito le principali misure

ZONA ROSSA AUTOMATICA
Da lunedì 15 marzo fino al 6 aprile le Regioni che avranno un numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100mila abitanti passeranno automaticamente in zona rossa.
DAL 15 MARZO AL 2 APRILE, E IL 6 APRILE LE REGIONI GIALLE DIVENTANO ARANCIONI
Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni i cui territori si collocano in zona gialla, si applicano le misure stabilite dai provvedimenti per la
zona arancione.
VISITE AD AMICI E PARENTI
Ok in zona arancione alle visite a casa di amici e parenti che abitano nello stesso comune, dalle 5 alle 22, massimo in due persone oltre ai minori di 14 anni dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e il 6 aprile. Lo spostamento non è consentito nei territori nei quali si
applicano le misure stabilite per la zona rossa.
3, 4, 5 APRILE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE ZONA ROSSA
Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale.
VISITE A PARENTI ED AMICI NEI GIORNI DEL 3, 4, 5 APRILE
È consentito lo spostamento all’interno della propria Regione verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, tra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone oltre a quelle già conviventi e oltre ai minori di 14 anni, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.
I Presidenti delle Regioni possono disporre l’applicazione delle misure stabilite per la zona rossa e anche altre misure più restrittive:
nelle Province in cui l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100 mila abitanti;
nelle aree in cui la circolazione di varianti di Coronavirus determina alto rischio di diffusività o induce malattia grave;
MISURE PER I GENITORI
Stanziamento di 290 milioni per i congedi parentali che saranno retroattivi -dal 1 gennaio 2021 – e retribuiti al 50% chi ha figli sotto i 14 anni, mentre dai 14 ai 16 anni saranno fruibili senza retribuzione.
In alternativa si prevede, per chi ha figli under 16, il diritto allo smartworking.
Per i lavoratori autonomi, gli operatori sanitari e le Forze dell’Ordine è invece previsto un bonus baby sitter fino a 100 euro alla settimana.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.