ASCOLI PICENO – “Nelle ultime ore, i Carabinieri della Stazione del capoluogo, quotidianamente impegnati nel controllo del territorio, hanno eseguito un decreto di perquisizione emesso dalla Procura locale a carico di un 42enne residente ad Alba Adriatica,  conosciuto alle Forze dell’Ordine, dipendente di un’azienda picena”.

Si apre così la nota stampa diffusa il 17 marzo dal Comando Provinciale di Ascoli: “La richiesta di perquisizione è scaturita dagli accurati accertamenti condotti dai militari a seguito di una segnalazione effettuata dal titolare dell’impresa per alcuni furti verificatisi all’interno del locale spogliatoio in uso ai dipendenti”.

Dall’Arma proseguono: “I Carabinieri di Ascoli hanno pertanto effettuato la perquisizione domiciliare al sospettato che ha dato esito positivo avendo ritrovato una tessera carburante, asportata ad un dipendente della ditta nel mese di gennaio e delle taniche con circa 60 litri di benzina,  già prelevata presso un distributore della Val Vibrata, tutto sottoposto a sequestro”.

“Il 42enne è stato quindi denunciato alla Magistratura ascolana che ha coordinato le indagini, per furto aggravato” si legge nel comunicato stampa.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.