ASCOLI PICENO – Finisce 0-0 AscoliCremonese dopo una partita molto equilibrata, di Bidaoui nel primo tempo e Buonaiuto nella ripresa le migliori occasioni della partita.

“Quando pareggiamo sembra sempre una brutta cosa ma non è così – le parole di Sottil a fine gara – Oggi avevamo difronte avversari forti ma penso che i ragazzi abbiano fatto bene, abbiamo avuto una grande occasione con Bidaoui ma non siamo riusciti ad andare avanti, di solito è sempre preciso ma forse gli è rimbalzata male. Forse mi aspettavo qualcosa in più nel finale, la mia però non è una critica per chi è subentrato. I difensori centrali avevano contro avversari scomodi, hanno fatto una buona gara, intanto non abbiamo preso gol. Ho messo Avlonitis perché si è sempre fatto trovare pronto quando l’ho chiamato in causa, contro Ciofani mi sembrava il più adatto. Non bisogna cercare nessun colpevole, sono sempre io il responsabile di chi metto in campo”.

“Non dimentichiamo che Bidaoui era fermo da 6/8 mesi e oggi era alla terza partita consecutiva -prosegue l’allenatore dell’Ascoli –  Nella nostra situazione questo pareggio sembra brutto ma muoviamo la classifica, prepareremo al meglio la sfida contro il Cosenza. Ho cercato la spinta con i cambi, purtroppo non è arrivata. Mi spiace per l’ammonizione di Dionisi e della sua squalifica perché si poteva evitare. Mi aspettavo qualche guizzo e qualche uno contro in più, non volevo però perdere equilibrio, a centrocampo eravamo corti. E’ mancato il guizzo decisivo ma andiamo avanti, questo pareggio non spezza niente, è dura per tutti ma noi dobbiamo pensare a noi. Se avessimo vinto saremmo tutti più felici e contenti, ai ragazzi chiedo sempre il massimo ma non è semplice, dobbiamo recuperare un po’ e riprendere per preparare la prossima finale contro il Cosenza. Bisogna che tutti si facciano trovare pronti”.

“Sicuramente c’è rammarico per non aver vinto – dichiara Marcel Buchel – Ci abbiamo creduto ma nel momento migliore nostro non gli abbiamo fatto male, loro si sono messi tutti dietro ed abbiamo sofferto qualche ripartenza. E’ comunque un punto guadagnato. Stiamo bene ma ci sta che a fine partita ci sia un calo, ho visto una squadra che ha dato il massimo, gli episodi dovevano fare la differenza. L’obiettivo è la salvezza diretta, guardiamo partita dopo partita, adesso pensiamo alla prossima gara cercando di portare più punti possibili a casa”.

“E’ stata una gara equilibrata anche se l’occasione più ghiotta l’abbiamo avuta noi con Bidaoui – afferma Raffaele Pucino – Sicuramente serviva più cinismo. La fase difensiva è stata buona, di là avevamo giocatori importanti, credo che abbiamo fatto molto bene da questo punto di vista. Personalmente sono rientrato ieri in squadra ed alla fine ero un po’ stanco. Finché la matematica non ci condanna dobbiamo credere nella salvezza diretta, la Cremonese è una squadra costruita per altri obiettivi, noi ce la metteremo tutta fino all’ultimo”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.