ASCOLI PICENO – Ripartirà da domani, sabato 15 maggio, il trenino turistico “Ascoli Explorer” del Gruppo Giocamondo. Dopo lo stop dello scorso mese di ottobre, legato anche all’emergenza Covid, il  tradizionale servizio che rappresenta ormai un’importante attrattiva, molto apprezzata dai visitatori del capoluogo piceno, riprenderà le corse quotidiane per la nuova stagione turistica  e lo farà con nuovi percorsi mirati a valorizzare non solo il centro storico (e una parte di Porta Maggiore), ma anche altri quartieri della città come Porta Romana, Borgo Solestà e Campo Parignano. Inoltre, è stato ampliato anche il commentario, sempre con un’audioguida in 8 lingue (italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco, portoghese, russo e cinese) che accompagna i turisti durante tutto il percorso.

Dal 15 maggio,  il servizio partirà ogni 30-35 minuti nella fascia oraria dalle 10  alle 19 nei fine settimana e dalle 15 alle 19 nei giorni infrasettimanali. Da giugno, invece, il trenino sarà attivo tutti i giorni dalle 10 alle 19. 

“Con questa ripartenza, – spiega il presidente di Giocamondo, Stefano De Angelis – abbiamo voluto ampliare questo nostro servizio ormai apprezzato e consolidato per offrire una visione sempre più approfondita di una città come Ascoli, caratterizzata da molteplici scorci, monumenti e punti di interesse da scoprire. L’idea di prevedere nuovi percorsi anche negli altri quartieri consentirà di fatto di apprezzare il capoluogo piceno anche attraverso le bellezze e le curiosità che si trovano al di fuori dell’area del centro storico. E’ una scelta importante per far sì che chi visiterà Ascoli possa averne una visione più completa possibile, magari promuovendo poi la città per quel che merita”.

“Abbiamo confermato il graditissimo percorso tradizionale, ovvero quello che il trenino Ascoli Explorer effettua da sempre, – spiega Andrea Tarli, responsabile dei trenini turistici City Explorer del Gruppo Giocamondo, affiancato da Sara Calvaresi –  ma i nostri passeggeri potranno ammirare le bellezze architettoniche e le testimonianze storiche presenti anche in altri quartieri. A Porta Romana si potranno apprezzare l’antica porta di accesso alla città, le storiche mura e il suggestivo teatro romano. A Campo Parignano  si transiterà davanti a Porta Tufilla e si prevede il passaggio anche nella zona che ospitava nel passato la rinomata e importantissima attività legata al baco da seta, oltre al tempietto di Sant’Emidio alle Grotte. A Borgo Solestà, invece si potranno ammirare il lavatoio e il ponte romano”.    


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.