CASTORANO – “Nelle ultime ore, considerato il notevole flusso turistico, i Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno hanno incrementato i servizi preventivi e i controlli mirati su tutto il territorio al fine di contrastare con particolare attenzione i reati predatori e lo spaccio di stupefacenti”.

Si apre così la nota diffusa dall’Arma picena diffusa il 6 agosto: “A Castorano i Carabinieri della Compagnia di Ascoli Piceno, hanno fermato e controllato una donna di 43 anni, badante, che alla vista dei militari che effettuavano un posto di controllo, ha invertito la marcia bruscamente, tanto da insospettire gli operanti che, inseguita e bloccata l’auto, hanno effettuato una perquisizione all’utilitaria utilizzata dalla donna che appariva insofferente ed agitata”.

“La perquisizione dell’auto ha portato a scoprire ben 14 dosi di cocaina per un peso complessivo di 7 grammi, che portava occultati in borsa – si legge nel comunicato stampa – I Carabinieri decidevano così di estendere la perquisizione immediatamente all’abitazione della donna, rinvenendo, in alcuni barattoli nascosti tra gli indumenti nell’armadio, altre 60 dosi dello stesso stupefacente per un peso complessivo che supera i 100 grammi”.

“Al termine della perquisizione domiciliare, la 43enne è stata tratta in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ascolana – concludono dall’Arma – L’azione dei Carabinieri, attenta e aderente ai bisogni del territorio, continuerà a tutela della cittadinanza”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.