ASCOLI PICENO – Di seguito una nota diffusa sui Social dai tifosi dell’Ascoli Calcio, il gruppo Ultras 1898.

Mascherine, distanziamenti, divieto di esporre pezze, bandiere e striscioni, green pass, assenza di cori, settori al 50%, giornate spezzatino che iniziano il venerdì e finiscono il lunedì, turni infrasettimanali a pioggia.

Molti hanno confuso la situazione di cui sopra con la riapertura degli stadi. Viene financhè il dubbio che qualcuno si approfitti della pandemia per sperimentare nuove forme di repressione e distruggere il tifo organizzato.

A malincuore, come per ogni decisione che può penalizzare il nostro Ascoli, abbiamo deciso di sottrarci a questo esperimento sociale.
A partire dalla trasferta di Udine e fino a data da destinarsi non presenzieremo gli stadi. Ai tifosi chiediamo di rispettare la nostra scelta.

Troveremo nuove forme e nuovi modi per sostenere la maglia senza perdere la nostra identità e non faremo mai mancare il nostro apporto


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.