COLLI DEL TRONTO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 7 settembre, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Ascoli Piceno.

Nella giornata di ieri, I Carabinieri della Stazione di Castel di Lama a seguito di delicate indagini di polizia giudiziaria, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, un 41enne disoccupato di Colli del Tronto conosciuto alle forze dell’ordine, per minaccia aggravata e danneggiamento.

L’uomo, la notte del 31 agosto, mentre era in auto con dei conoscenti lungo la via Salaria nel comune di Spinetoli per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, sporgendosi dal finestrino posteriore dell’autovettura, esplodeva alcuni colpi di arma da fuoco verso un tir che li seguiva, il cui conducente, 43enne teramano, la mattina seguente denunciava l’accaduto presso la Stazione Carabinieri di Castel di Lama, anche perché oltre allo spavento per la violenza del gesto, l’autotrasportatore aveva subito il danneggiamento del parabrezza del mezzo.

Le immediate indagini avviate dai Carabinieri, consentivano di risalire all’autovettura, di proprietà di un 20enne del posto e in seguito all’identità del trasportato a cui, a seguito di perquisizione domiciliare, eseguita dai Carabinieri della Stazione di Castel di Lama, è stata trovata la pistola ad aria compressa con il caricatore e i pallini in acciaio usati nell’occasione, tutto sottoposto a sequestro. 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.