ASCOLI PICENO – Anche quest’anno rallenta la compartecipazione dei Comuni al contrasto all’evasione fiscale: le somme loro spettanti, quest’anno per la partecipazione all’attività di accertamento fiscale e contributivo per l’anno 2020, ammontano a 6,5 milioni di euro in diminuzione del 16,5% rispetto all’anno precedente.

Il rapporto Uil evidenza come negli ultimi sei anni sia diminuito costantemente il totale del premio riconosciuto ai Comuni per la loro compartecipazione al contrasto all’evasione fiscale e contributiva.

Lo scorso anno solo il 3,6% del totale dei Comuni hanno partecipato all’attività di contrasto all’evasione.

A livello di singoli Comuni il Comune di San Giovanni in Persiceto (BO), lo scorso anno, ha recuperato 912 mila euro; segue la Città di Genova che ha incassato 473 mila euro; Torino 404 mila euro.

A livello regionale, in valori assoluti, in Emilia-Romagna il premio riconosciuto ai Comuni ammonta a 2,6 milioni di euro; in Lombardiaa 1,6 milioni di euro.

Nelle Marche, nel 2020, è stato di 185.208 euro con un incremento di 130 euro sul 2019 ovvero +0.1%, ma con una diminuzione percentuale negativa di 17.6% sull’anno 2018. 

A livello provinciale, se si calcola l’incidenza percentuale dei Comuni che hanno attivato accertamenti sul totale degli stessi, in provincia di Ravenna Trieste il 33,3% del totale dei Comuni ha ricevuto il premio per la sua azione di contrasto.

In 28 province nessun Comune ha attivato le procedure di accertamento.

In valori assoluti, i Comuni ubicati in provincia di Bologna hanno incassato complessivamente 1,3 milioni di euro.

Mentre in provincia di Salerno i Comuni hanno incassato 50 euro.

Nelle 5 provincie marchigiane Ancona passa da 20.112 euro percepiti nel 2019 a 3.500 del 2020; Ascoli Piceno ha un calo di 22.959 euro poiché passa da 119.670 euro a 96.711; Fermo sia nell’anno 2019, sia nell’anno 2020, non risulta nessun importo erogato; Macerata passa da 2.231 euro del 2019 a 2.124 del 2020 con una riduzione di 107 euro; Pesaro passa da 27.324 euro, del 2019, a 62.299. è l’unica in positivo.

Sul numero dei comuni interessati sempre nelle 5 provincie marchigiane sono stati 2 su 47 in Ancona (4.3%), con un importo medio di 8.525 euro; Ascoli Piceno 1 su 33 (3.0%) importo medio di 96.711 euro (come si nota trattasi di un solo comune); Fermo 1 su 40 (2.5%) importo 250 euro; Macerata 4 su 55 (7.5%) importo medio 17.423 euro; Pesaro Urbino 1 su 54 (1.9%) importo 62.299 euro.

Complessivamente nella nostra regione su 229 comuni solo 9 (3.9%) hanno aderito al contrasto all’evasione fiscale con un importo medio di 185.208 euro.

Fonte Uil – Servizio lavoro, coesione e territorio ottobre 2021.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.