ANCONA – Tonfo per le province delle Marche nella classifica sulla Qualità della vita del Sole 24 ore: anche se tre di loro si posizionano nella prima metà, tutte perdono posizioni, a cominciare dal capoluogo, Ancona, che si piazza al 30/o posto, perdendone ben 14.

A seguire Ascoli Piceno, 35/a, che perde anch’essa 14 posizioni, Macerata 51/a (-21), Pesaro Urbino 56/a che perde ben 38 posizioni.

Va ‘meglio’ a Fermo che si trova al 69/o posto, ma che prima era al 68/o e quindi ne perde ‘solo’ uno. La classifica è articolata in sei aree tematiche: Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Demografia, società e salute, Ambiente e servizi, Giustizia e Sicurezza, Cultura e tempo libero. Debuttano alcuni nuovi indicatori relativi tra gli altri a bambini, giovani, anziani e alla parità di genere. C’è anche una classifica a parte per monitorare l’effetto della pandemia.

Le cinque province marchigiane si piazzano nella seconda metà della classifica per Ricchezza e consumi, anche se quattro (Ancona, Pesaro Urbino, Macerata, Ascoli Piceno, che è al secondo posti per i canoni medi di locazione, sono in miglioramento). Seconda metà della classifica anche per Affari e Lavoro, dove però brillano Ascoli Piceno, al quarto posto per le start up innovative, e Fermo, quarta per imprese che fanno e commerce. Nella categoria Demografia, società e salute Ascoli Piceno è prima per laureati e altri titoli terziaria, Fermo terza per acquisizione di cittadinanza.

E ancora bene per Ambiente e servizi (con Macerata 10/a e Pesaro Urbino 22/a), per Giustizia e sicurezza dove tutte e 5 le province marchigiane si piazzano tra l’ottavo posto (Ascoli Piceno) e il 49/o (Macerata) con Fermo ai primi posti per il minor inquinamento acustico e le pochissime denunce di 18enni scomparsi. Chiaroscuro per Cultura e tempo libero, in cui Ancona è in fondo alla classifica per numero di bar ogni mille abitanti. Situazione molto variegata per il benessere delle donne: si va dall’11/o posto di Macerata al 70/o di Ascoli Piceno. Brilla Fermo, prima per lo sport femminile e di nuovo per gli orti urbani per anziani.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.