MONTI SIBILLINI – Tragedia il 2 gennaio.

Un escursionista di 34 anni di Porto Sant’Elpidio è morto dopo essere scivolato in un crepaccio, mentre percorreva il sentiero che dal Rifugio del Farnio porta a Pintura di Bolognola sui Monti Sibillini.

E’ precipitato per circa 250 metri ed è deceduto sul colpo per le gravi fratture riportate.

Con lui si trovava la sua compagna di 35 anni che pure è scivolata, ma è riuscita ad aggrapparsi alla vegetazione. Sono state le sue grida disperate a richiamare l’attenzione di altri escursionisti che hanno dato l’allarme. Sul posto sono intervenute squadre del Soccorso Alpino, dei vigili del fuoco e i carabinieri.

Le operazioni di recupero della salma e di soccorso non sono state semplici a causa del ghiaccio e del vento. Due elicotteri non sono riusciti ad arrivare sul posto: ‘Drago’ del vigili del fuoco, e Icaro 02 del 118. Così la salma è stata raggiunta via terra dal soccorso Alpino e dai vigili del fuoco. Soccorsa anche la donna, che ha riportato solo lievi lesioni, ed è stata ricoverata all’ospedale di Camerino.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.