MONTALTO DELLE MARCHE – Lo sport come diritto per tutti. È questo il concetto che sta alla base del progetto “Sport nei Parchi” di Sport e Salute S.p.A – Azienda partecipata dello Stato per la promozione dello sport – presentato a Montalto delle Marche in occasione dell’apertura dell’impianto a cielo aperto attrezzato e digitalizzato a disposizione di tutti i montaltesi, grazie all’iniziativa di Sport e Salute S.p.A., in collaborazione con l’ANCI.

Presente all’inaugurazione il campione olimpionico Jury Chechi, che ha fatto gli onori di casa insieme al sindaco di Montalto delle Marche Daniel MatricardiMarco Sanetti di Sport e Salute Nazionale, Roberta Baudà di Sport e Salute Marche, Augusto Curti coordinatore Piccoli Comuni ANCI Marche, e Roberto Felici del circolo Tennis “Il Salice”, associazione che si prenderà cura dell’area attrezzata. La mattinata di festa è stata animata dai bambini e ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Rotella” e del Liceo Classico di Montalto delle Marche che hanno partecipato con curiosità e fermento alla presentazione.

Quella presentata nella giornata di ieri presso la pineta “Angelo Mori” di Montalto delle Marche è una vera e propria palestra all’aperto digitalizzata grazie a un sistema di codici QR Code e affidata alle cure dell’ASD circolo tennis “Il Salice”. L’iniziativa rientra nel progetto Sport nei Parchi, ideato da Sport e Salute per superare le difficoltà imposte dalla pandemia e rilanciare lo sport e i sani stili di vita, condiviso con ANCI e il Comune di Montalto delle Marche per la promozione del wellness nei giardini, nei parchi e nelle aree urbane. Un regalo alla cittadinanza per permettere a tutti di praticare sport.

“Credo molto in questo progetto perché mette al centro la possibilità di fare attività sportiva in contesti meravigliosi, con attrezzature idonee, con il punto di riferimento di un’associazione sportiva che insieme al Comune può gestire al meglio l’area e perché offre a tutti la possibilità di fare sport gratuitamente”, ha sostenuto Jury Chechi prendendo la parola per presentare l’iniziativa.

 

“Grazie a questo progetto tutti avranno la grande occasione di praticare sport all’aria aperta, di scoprire diversi attrezzi, e di farlo in modo autonomo e consapevole. Coscienti della ricchezza e della bellezza degli spazi naturalistici che contraddistinguono i nostri territori e dell’importanza di potenziarli offrendo servizi innovativi e strumentazioni all’avanguardia, abbiamo riqualificato l’area della pineta arricchendola con queste attrezzature, grazie alla possibilità che ci è stata data da Sport e Salute e dall’ANCI”, ha dichiarato il sindaco di Montalto delle Marche Daniel Matricardi.

 

“La soddisfazione più grande è che, passo dopo passo, Sport e Salute sta creando una palestra a cielo aperto unica in giro per l’Italia, con il supporto della digitalizzazione che mette in rete ogni impianto e che rende gli attrezzi utilizzabili in autonomia e in sicurezza grazie ai video tutorial dedicati”, ha sottolineato Marco Sanetti di Sport e Salute Nazionale.

 

Roberta Baudà di Sport e Salute Marche ha invece parlato dei numeri raggiunti nelle città che hanno partecipato ai progetti promossi da Sport e Salute, facendo crescere esponenzialmente la pratica regionale dalle scuole, alle ASD/SSD facilitando alcune categorie come gli over65, i soggetti fragili, i meno abbienti e l’aumento dell’attività fisica femminile. Il Progetto Sport nei Parchi si accompagna a Scuola Attiva Kids e Junior, a Sport di tutti ‘quartieri’ e ‘Inclusione”, a Sport e Periferie, ai servizi offerti sul territorio da Sport e Salute e ai progetti territoriali messi in cantiere ogni giorno in base alle esigenze locali.

il coordinatore Piccoli Comuni ANCI Marche Augusto Curti ha fatto presente quanto progetti di questo genere colti e valorizzati da comuni come Montalto delle Marche rappresentino un ottimo modo per rinascere, anche attraverso lo sport, dopo anni duri per questo territorio tra terremoto e pandemia.

Infine Roberto Felici del circolo Tennis “Il Salice” ha aggiunto: “metteremo a disposizione dell’area anche un istruttore qualificato e ci occuperemo con cura di gestire e valorizzare l’impianto”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.