ASCOLI PICENO – Capitan Dionisi ci mette la faccia e dice la sua al termine del match.

Serviva una reazione un altro spirito e un’altra marcia, siamo partiti leggeri, titubanti e abbiamo perso un pò quella rabbia e quella voglia che questa squadra ha sempre avuto nel suo dna, prendiamo coscienza degli schiaffi presi oggi e a Perugia. Vogliamo cambiare marcia, giusto che l’Ascoli meriti di più. Siamo in balia degli eventi non va bene non deve essere così l’Ascoli. L’Ascoli è grintoso e questo spirito in queste ultime due partite è mancato. Siamo andati sotto ai tifosi perchè ci mettiamo la faccia siamo andati li sotto giusti i fischi e il disappunto loro ci seguono in massa. Il campo parla, le chiacchiere se le porta via il vento, dobbiamo tornare a fare i fatti.”

“Problema tattico? Il modulo è cambiato ma come ho detto se mancano quelle caratteristiche fai fatica con qualsiasi modulo, se ci distogliamo da queste caratteristiche facciamo fatica con qualsiasi squadra. Siamo dispiaciuti  e pretendevamo da noi stessi una partita diversa, ne dobbiamo prendere atto e fare i fatti, lavorare e pedalare, la Serie B è csoì un palleggio in meno e una corsa in più.”

“La sosta?A livello personale preferisco giocare subito, la sosta c’è e quindi ci sta il tempo per lavorare sui meccanismi, ritrovarsi capire cosa va e cosa no.”

Il nostro valore? Il campionato è diverso da quello dello scorso anno, dobbiamo prepararci al meglio con la stessa squadra puoi arrivare ai play off o retrocedere, tutte le squadre vivono sul filo del rasoio. Chi ci mette grinta e corsa fa meglio. Ora è il momento per noi di cambiare marcia, abbiamo qualità ma vanno dimostrate.”

Eric Botteghin: “Dobbiamo essere più cattivi, nel primo tempo persi troppi duelli e sulle seconde palle anche. Tutti vogliamo vincere, fare il nostro meglio ma a volte non funziona. Adesso abbiamo tempo di svegliarci e lavorare di più.”


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.