Due tappe marchigiane in programma ad agosto per “Giulietta e Romeo”, acclamata produzione del Balletto di Roma. Il 10 agosto a Fano e il 12 agosto a Porto Recanati andrà in scena il celebre spettacolo che conta in vent’anni di palcoscenico ben 347 rappresentazioni in Italia e all’estero e più di 200.000 spettatori. (Qui la scheda artistica dell’opera)

Con la regia e le coreografie di Fabrizio Monteverde è nel suo genere l’opera di danza italiana più acclamata di sempre e rivive ancora oggi, dopo aver celebrato il suo 20° anniversario con il Balletto di Roma nel 2022.

Dopo le tappe italiane, a distanza di dodici anni dal fortunato tour del 2011 in Cina, “Giulietta e Romeo” torna nuovamente protagonista nei principali teatri cinesi. L’intensa tournée vedrà ancora protagonisti nei ruoli principali gli straordinari interpreti: Carola Puddu (Giulietta) e Paolo Barbonaglia (Romeo) insieme alla storica Compagnia romana con 14 recite in 10 importanti località.

Shenzhen (Nanshan Cultural and Sports&Center Grand Theatre, 8 settembre),Jiangmen (Jiangmen Performing Arts Center, 10 settembre), Guangzhou (Guangdong Friendship Theatre, 11 e 12 settembre), Pechino (Beijing Tianqiao Performing Arts Center, 16 e 17 settembre), Wenzhou (High Technology Culture Center Theater, 20 settembre), Yiwu (Yiwu Culture Center Theater, 22 settembre), Yangzhou (The Canal Grand Theatre of Yangzhou China, 23 e 24 settembre), Hangzhou (Golden Sands Lake Grand Theater, 28 settembre), Zhoushan (Zhoushan Art Theater, 29 settembre), Shanghai (31 New Bund Performance Arts Center,1 e 2 ottobre).

Questa nuova esperienza artistica rappresenta una prima grande riapertura degli scambi culturali Italia-Cina interrotti dalla pandemia nel 2020, di cui il Balletto di Roma si appresta ad essere protagonista e testimone di come il prodotto culturale Made in Italy continui ad essere fonte di grande interesse per l’intera comunità cinese in un momento molto complesso per l’intera umanità.

La tournée è realizzata con il sostegno del MIC Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo, il contributo della Regione Lazio FURS 2022 e dell’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, con il supporto dell’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dell’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale e dell’Italy China Council Foundation ICCF.

La tournée sarà anticipata da altrettanti impegnativi appuntamenti estivi che vedrà la Compagnia protagonista in importanti e prestigiosi Festival e palcoscenici non solo con la produzione campione di incassi “Giulietta e Romeo” di Fabrizio Monteverde ma anche con “Astor, un secolo di Tango” di Valerio Longo e “Première” di Andrea Costanzo Martini.

Di seguito le tappe italiane del tour estivo

Il 29 luglio a Comacchio (Arena Palazzo Bellini) si partirà con “Giulietta e Romeo”, cui seguiranno gli attesi appuntamenti di Marina di Pietrasanta, Festival La Versiliana (5 agosto), Verona, Estate Teatrale Veronese (8 e 9 agosto), Fano, Arena BCC (10 agosto), Termoli, Teatro Verde (11 agosto), Porto Recanati, Arena Beniamino Gigli (12 agosto); a seguire Astor, un secolo di Tango nell’ambito della 41° edizione del Festival Spoltore Ensemble il 13 agosto.

Un breve stacco per riprendere il 31 agosto con “Première” al Teatro Massimo di Cagliari nell’ambito della NID Platform, la Nuova Piattaforma della Danza Italiana e a Solofra il 2 settembre al Ra.I.D. Festivals – rassegna interregionale danza.

Altrettanto intensa la tournée invernale, in cui il Balletto di Roma sarà impegnato dal mese di ottobre con ben cinque produzioni: continua il successo di “Giulietta e Romeo”, cui si aggiungerà il nuovo allestimento de “Il Lago dei Cigni, ovvero il Canto” – sempre di Fabrizio Monteverde – con, nel ruolo del Cigno Nero, Carola Puddu interprete anche del riallestimento de “Lo Schiaccianoci” di Massimiliano Volpini, nel ruolo della Fata Confetto; un 2023 praticamente ininterrotto che vedrà protagonista l’ensemble romano anche nel viaggio tra le suggestioni e le sonorità di “Astor, un secolo di Tango” con la magistrale interpretazione di Mario Stefano Pietrodarchi (bandoneòn e fisarmonica) sulle coreografie di Valerio Longo autore anche delle coreografie della coproduzione Il Piccolo Re dei Fiori, fiaba tra musica, ombre e danza.

Una stagione intensa e ricca di appuntamenti consultabili al link i prossimi eventi del Balletto di Roma ballettodiroma.com


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.