TORRENTE : siamo soddisfatti poichè in sole due giornate siamo riusciti ad annullare la penalizzazione. Onestamente non ci speravo essendo la nostra una squadra giovane. L’Ascoli ha giocato bene nel primo tempo spingendo soprattutto sulla fascia destra, ma nella ripresa ho inserito Sabelli cercando di pressare maggiormente e di sfuttare gli inserimenti al centro di Cepppitelli e Dos Santos ( non a caso i realizzatori dei primi due gol, ndr). Inoltre siamo scesi in campo con piu’ aggressività e non abbiamo concesso niente all’ Ascoli. Per me non c’ è stato un migliore in campo, tutti sono stati bravi.

ALOISI : Sono stato costretto a a sostituire Fossati a causa di un infortunio. Hanine è il suo sostituto naturale, forse stasera non è riuscito a dare il suo contributo anche perchè non molto aiutato dai compagni. Nella ripresa ci siamo abbassati un pò troppo, poi la paura di vincere ha fatto il resto . Dissento su alcune decisioni arbitrali che dovrei rivedere con le immagini televisive : in particolar modo sul secondo gol ho dei dubbi sia sulla punizione, sia sulla posizione in area di due giocatori del Bari. Abbiamo sofferto le loro ripartenze, loro hanno dalla metà campo in su’ giocatori tecnicamente molto validi. Ci è mancata la capacità di impostare le azioni , ci siamo fossilizzati sui lanci lunghi centrali che li ha facilitati. Soncin e Zaza si integrano molto bene, i nuovi arrivati ci daranno sicuramente  una mano. Di buono c è da salvare un buon primo tempo in cui abbiamo giocato bene e potevamo anche raddoppiare. Andremo ad analizzare cosa non ha funzionato nella ripresa.Mi ha fatto molto piacere che i tifosi  abbiano chiamato i giocatori sotto la curva alla fine della partita:  faccio loro i complimenti perchè essere applauditi dopo una batosta del genere è sinonimo di grande maturità.

FAISCA : Eravamo partiti bene nel primo tempo, non era nell’ aria una ripresa cosi’. Abbiamo sofferto molto sul loro schema dei calci d’angolo e delle punizioni. Anche io ho dei dubbi sulle decisioni arbitrali, è già la seconda volta dopo Varese. Prestia non ha fatto rimpiangere Peccarisi anche se è innegabile che con lui ho molto piu’ affiatamento avendo giocato con Maurizio per una stagione intera. Noi piu’ esperti abbiamo nel DNA la sofferenza , per cui dobbiamo dare il buon esempio, reagire e cercare di fare piu’ punti possibili. Non credo che nella ripresa abbiamo perso a causa della condizione fisica inferiore , ma solo per la bravura degli avversari e per un pò di sfortuna: mi riferisco in particolar modo, come detto al gol dell’ 1-2 in quanto non ritengo che ci fossero gli estremi per la punizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 455 volte, 1 oggi)