ASCOLI PICENO – Assolto con formula piena. Questo il verdetto del Giudice Onorario del Tribunale di Ascoli, Paola Mariani, per il processo in primo grado di giudizio che ha visto come imputato V. G., sessantacinquenne ascolano, difeso dall’avvocato sambenedettese, Luca Sartini.

I fatti risalgono a fine aprile del 2010, quando l’uomo avrebbe – secondo quanto riportato negli atti d’accusa depositati dal Pm, Gennaro Cozzolino – molestato una famiglia di nigeriani, in particolare E. D. J., residenti nello stesso palazzo, in via delle Dalie, nel quartiere di Monticelli, in cui vive l’imputato.

Nel procedimento sono state riportare le frasi che secondo l’accusa sarebbero state dette da G.V. per intimidire l’intero nucleo familiare, con l’aggravante del movente razziale. Il tutto sarebbe avvenuto in momenti diversi, fino all’ultimo caso di molestia e disturbo che si sarebbe consumato il 22 aprile del 2010.

E.D.J., difesa dall’avvocato Giovanna Bono, al termine della sentenza di assoluzione, si dice “molto demoralizzata per l’inaspettato esito del processo”, anche se è fermamente decisa a fare ricorso. “Dobbiamo aspettare le motivazioni della sentenza, dice l’avvocato Bono, che non avremo prima di 90 giorni. Poi valuteremo il ricorso in Appello”.   

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 183 volte, 1 oggi)