ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte della Cgil di Ascoli Piceno.

Si è riunito il Direttivo Provinciale della Cgil di Ascoli Piceno. Un dibattito lungo e importante che ha messo mani e piedi nella situazione politica e sindacale di queste giornate. Un periodo in cui il Referendum della Cgil è il tema al centro del dibattito. In attesa dell’approvazione della Cassazione la Cgil di Ascoli Piceno ha accolto questa sfida con grande entusiasmo, consapevoli che in questa partita si giochi il futuro del mondo del lavoro e del Paese.

Proprio per questo è stato approvato un ordine del giorno che impegna tutta la Cgil su questa grande battaglia referendaria e sulla Carta dei Diritti Universali del Lavoro, una battaglia che non è soltanto per i lavoratori ma per tutto il Paese. Paola Giovannozzi, Segretaria Generale della Cgil AP commenta dopo il direttivo: “E’ stato un dibattito ottimo. La nostra sfida per i diritti è appena cominciata e siamo pronti ad affrontarla. Questa è una sfida importante, per ridare dignità al mondo del lavoro, che è il tema cruciale per ridare dignità al Paese.”

Continua Giovannozzi:”E’ una sfida nazionale cruciale ma che diventa cruciale per il nostro territorio. Nei nostri referendum chiederemo di abolire i voucher, di reintrodurre l’Articolo 18 e la responsabilità solidale nel mondo degli appalti. Tre quesiti che smontano il Jobs Act, e danno forza al mondo del lavoro, rilanciano il Paese e possono essere cruciali per rilanciare anche il nostro territorio che ha bisogno di lavoro di qualità e diritti.”

L’Ordine del giorno approvato da mandato alla Segreteria della Cgil di trovare una strategia straordinaria per comunicare le ragioni di questo referendum e impegna tutta la struttura a dare diffusione e impegnarsi per questa campagna.

Conclude Paola Giovannozzi: “In attesa della definitiva approvazione della Cassazione, la nostra sfida è lanciata ed è una sfida che guarda al futuro. Ci chiediamo chi sarà con noi in questo percorso, convinti che sia una percorso che guarda al bene di tutto il Paese. Ci auguriamo, proprio per questo, di non essere soli, perché questa battaglia riguarda tutti e interessa trasversalmente tutte le forze politiche.

(Letto 42 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 42 volte, 1 oggi)