ANCONA – “Con un’attenzione particolare rivolta sempre alle popolazioni colpite dal sisma,  stiamo partendo in anticipo sui tempi canonici con una campagna promozionale turistica di impatto, consapevoli che stiamo vivendo un momento di criticità forte per la domanda di turismo  in tutta la regione. E’ una sfida molto difficile e l’obiettivo è calibrare le azioni di promozione turistica e i messaggi da veicolare nel medio periodo in un’ottica della condivisione delle scelte con tutti i soggetti coinvolti : dalle associazioni di categoria, agli operatori turistici ai media che insieme devono aiutarci a diffondere  un messaggio concreto di rivitalizzazione e normalizzazione delle Marche per tornare a renderle attrattive”.

Così ha introdotto la conferenza stampa il 2 febbraio sulla presentazione del Piano di promozione ,l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni.  

“Tenendo sempre ben presente che le esigenze dei cittadini terremotati  già ospitati  negli alberghi della costa – ha proseguito l’assessore – sono prioritarie anche per la nostra programmazione, contiamo di chiedere la collaborazione alle imprese turistiche delle aree interne e poi di coinvolgere nei  canali promozionali anche le tante personalità del mondo economico e culturale marchigiano o che sono  legate da affetto alla nostra regione per promuovere  i nostri territori e la nostra immagine. Rientra in questo spirito di solidarietà e coesione  anche una bella iniziativa di cui Neri Marcorè si è reso promotore con il suo gruppo di amici artisti e musicisti che presteranno gratuitamente la loro arte dall’inizio dell’estate  nei territori colpiti dal sisma con una serie di Concerti delle Valli: da Fiorella Mannoia a De Gregori , da Baglioni ai Negramaro”.

“Ma sarà anche una  campagna promozionale per aggredire i mercati di riferimento all’estero  con la Germania su tutti  e sui quali vogliamo attivare nuovi investimenti cercando di intercettare ulteriori fondi, stringere sempre più i contatti con l’Aeroporto per costruire percorsi comuni e dedicati di valorizzazione del territori. Un’ulteriore opportunità di scambio con la Germania sarà anche l’allestimento del Museo Federico II a Jesi”. Quindi l’assessore Pieroni ha informato sulla campagna di promozione attraverso gli spot televisivi  che saranno trasmessi durante i cinque giorni del Festival di Sanremo  e Radio Rai e quelli radiofonici nel corso di importanti eventi sportivi, 318 spot in onda fino a giugno.  Inoltre è stato già progettato un percorso promozionale  sui paesaggi in collaborazione con le amministrazioni comunali e l’organizzazione della famosa gara ciclistica Tirreno-Adriatico che farà tappa  in marzo a Fermo, Civitanova, Ascoli Piceno e tappa finale a San Benedetto del Tronto.  

Una cifra complessiva che si aggira intorno a 1 milione di euro di Fondi Por Fesr , comprese le partecipazioni alle Fiere di Monaco, Berlino, Bruxelles, Utrecht, Praga e Mosca.  Pieroni ha inoltre annunciato un bando sempre a valere sui fondi Por Fesr , di circa 3 milioni e mezzo che sarà pronto in aprile ma con azioni sia in Italia che all’estero che saranno avviate nel 2018, visti tempi delle procedure di una gara europea  “per affidare a una società di comunicazione turistica internazionale la promozione regionale e nuovi claim che diano una percezione reale dell’immagine delle Marche vive e attive uno sguardo diverso, dopo la frattura rappresentata dal terremoto. Non ci possiamo permettere di continuare a subire ancora danni indiretti sul turismo regionale, considerato il secondo motore di sviluppo della regione, dopo la manifattura.

“Vogliamo inoltre continuare un dialogo fruttuoso con il Mibact e la prima occasione sarà la visita del Ministro Franceschini il 14 febbraio a Camerino, Matelica , Osimo,Ancona per poter organizzare almeno cinque mostre dei capolavori provenienti dai territori colpiti da realizzare sia nell’entroterra , dove vanno individuate strutture idonee insieme all’Anci, sia sulla costa per continuare quel collegamento positivo che si era instaurato e che non vogliamo disperdere,  oltre che per proporre al Ministero nuove progettualità e dar corso a quelle già impostate come la realizzazione di ciclovie” ha affermato Moreno Pieroni.

“Sappiamo che il turista nelle Marche cercherà anche sicurezza – ha concluso Pieroni – e per questo stiamo studiando anche un percorso che possa certificare con una classificazione , un bollino,  le strutture recettive sicure”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 245 volte, 1 oggi)