ARQUATA DEL TRONTO –   Un ringraziamento speciale agli ascolani che con i loro applausi durante la sfilata mi hanno fatto commuovere”. Trapela ancora emozione nelle parole del sindaco di Arquata, Aleandro Petrucci, nel ricordare la partecipazione alla Quintana di Luglio, la prima dopo i terremoti di agosto e ottobre che hanno devastato l’antico borgo situato ai piedi del monte Vettore. Durante la sfilata del corteo, il castello di Arquata è stato omaggiato da lunghi applausi, segno di vicinanza a questa comunità duramente colpita dal sisma: «È stato davvero emozionante ed ho sentito davvero il sostegno di un’intera città: non lo dimenticherò mai», ha commentato il primo cittadino.

La partecipazione del Castello di Arquata alla Quintana non è stata sin dall’inizio scontata: gli abiti dei vari figuranti sono infatti rimasti sepolti sotto le macerie del palazzo comunale crollato dopo la scossa del 30 ottobre, ma grazie alla generosità di tanti, è stato possibile prendere parte all’edizione di Luglio della Giostra. «Voglio esprimere un mio speciale ringraziamento ad Anna Marini e al suo laboratorio di sartoria che ha offerto l’abito del castellano: un bellissimo modello che ho indossato con piacere e che ha trovato l’apprezzamento di tutti.  Grazie anche per aver confezionato gratuitamente gli abiti degli Armigeri e del Gonfaloniere» ha aggiunto il sindaco Petrucci. Un grazie particolare anche alla A.S.D. “Giostra dei rioni di Olmo” che ha donato al Castello di Arquata l’abito più importante, quello della Castellana, quest’anno interpretata dalla splendida Lidia Buccuccia.

Per assicurare la partecipazione di Arquata all’edizione 2017 della Quintana c’è stata una vera e propria gara di solidarietà: gli abiti dei pastori sono infatti stati offerti dai commissari di percorso, altri realizzati grazie alla donazioni pervenute per tale scopo. Il gonfalone è stato donato dalla FISB. Tutti gli accessori necessari per completare l’abbigliamento dei figuranti sono stati invece acquistati grazie al ricavato dell’iniziativa “La Quintana per i castelli” promossa dall’Associazione Quintana di Ascoli, dal presidente del Consiglio degli Anziani Massimo Massetti in collaborazione con il Comune di Ascoli: una cena a scopo benefico che si è svolta il 24 settembre 2016, ad un mese esatto dalla prima scossa che mise in ginocchio la splendida cittadina situata tra i due parchi.

“L’ultimo ma non meno importante ringraziamento va alla Pro Loco, ai suoi volontari e alla responsabile del castello Lina Giorgi che da anni dedica il suo tempo alla riuscita della sfilata e che in questi mesi ha fatto tanto per garantire la partecipazione di Arquata anche a questa edizione della Quintana”, ha concluso Petrucci.

Una partecipazione che si è rivelata importante, quasi terapeutica, non soltanto per la lunga tradizione che vede il Castello di Arquata protagonista sin dalle primissime edizioni della Quintana ma soprattutto per lanciare un messaggio di speranza a tutta la comunità colpita: con la solidarietà e l’impegno si potrà tornare a scrivere la parola futuro anche in questo borgo devastato dalla furia del sisma.

(Letto 141 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)