ASCOLI PICENO – 101milioni e 466 mila euro è l’investimento previsto dal secondo Stralcio delle Opere Pubbliche per la provincia di Ascoli Piceno.

Il piano, che sarà illustrato il 12 dicembre ai sindaci dei territori coinvolti dal sisma, prevede fondi per 32 scuole, 10 municipi e 39 opere pubbliche. Per i comuni più danneggiati (Arquata, Montegallo, Montemonaco) è prevista una particolare attenzione.

Si raggiunge così l’obbiettivo dell’integrale finanziamento di edifici scolastici e comuni.

E’ convocato per domani (alle 10, presso il Piceno Consind) il Comitato istituzionale provinciale per l’attività di ricostruzione post sisma.

Alla riunione saranno presenti i primi cittadini con la Vice Presidente della Regione Marche Anna Casini. All’ordine del giorno l’approvazione del secondo Stralcio delle Opere Pubbliche, le Modifiche al D.L. 189/2016 contenente le misure a favore delle popolazioni terremotate collegate alla Legge di Bilancio 2018 D.L. 148/2017 (in corso di approvazione).

Ci saranno anche approfondimenti sulla infrastrutturazione della banda ultra larga e la rendicontazione sulle attività di Protezione Civile svolte ad oggi.

Ai comuni dentro il cratere verrà sovvenzionata una ulteriore infrastruttura, oltre a scuole e municipi, mentre per i comuni classificati “fuori”, che non hanno avuto nessuna opera, il piano garantisce la possibilità di ricevere erogazioni per una.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 262 volte, 1 oggi)