SARNANO – Rinviata la consegna di nove Sae a Sarnano (Macerata) fino a quando gli operai del consorzio Arcale, che il 27 dicembre stavano lavorando, non avranno sistemato le criticità segnalate nelle ‘casette’ su mobili e impianti.

Mentre a Caldarola, 41 famiglie hanno deciso di entrate nelle nuove Sae “in un clima di festa”, dopo un anno di assenza dal paese a seguito del terremoto, nonostante i difetti segnalati dal sindaco Luca Maria Giuseppetti: non è un dietrofront rispetto alla denuncia dei giorni scorsi, ma “la scelta del male minore”, precisa una nota del Comune che ha lasciato agli assegnatari la decisione se entrare o meno.

“Ho riconsegnato le chiavi all’Erap – ha spiegato il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli -. Vorrei assegnare le Sae il prima possibile ma non voglio mettere fretta: se gli operai, che oggi erano presenti in gran numero, lavoreranno così anche nei prossimi giorni, si potrà procedere in tempi brevi”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 53 volte, 1 oggi)