ASCOLI PICENO – I familiari di Andrea  Tuccio e Graziella Torroni, che hanno perso la vita sotto le macerie della loro abitazione ad Accumoli a causa del terremoto del 2016, chiedono aiuto e solidarietà.

“Dopo il tragico terremoto che ha colpito la nostra famiglia, che ci ha portato via oltre a tutti i nostri averi, un pezzo del nostro cuore, si è portato via mio fratello con tutta la sua famiglia, Andrea di 34 anni, Graziella di 34 anni, Stefano di 8 anni e Riccardo di appena 9 mesi, scomparsi il 24 agosto 2016 ad Accumoli – afferma Catia Tuccio, sorella di Andrea – Al momento a causa degli eventi, riposano in posti separati e distanti fra loro, il desiderio della nostra famiglia è quello di riunirli in un’unica cappella e per far questo abbiamo bisogno di aiuto”.

La sorella aggiunge: “Per chi volesse contribuire a far si che questo desiderio si possa realizzare può farlo tramite il mio nunmero IBAN IT38I0303224400010000003072 intestato a Tuccio Catia”.

La giovane famiglia di Accumoli distrutta dal campanile della chiesa di San Francesco che si è abbattuto in maniera tragica sulla loro abitazione, continua a non avere pace.

Riunire la famiglia e consentire una sepoltura degna è l’obiettivo di Catia Tuccio che desidera far sì che sia i coniugi che i bambini possano riposare nella stessa tomba. Avendo perso tutto, la signora Tuccio chiede aiuto a chiunque possa raccogliere il suo grido di dolore.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 311 volte, 1 oggi)