ASCOLI PICENO – “E’ con fermezza che la Lega di B condanna il gesto di stanotte contro i giocatori dell’Ascoli, Parlati e Venditti, aggrediti con pugni, schiaffi e le minacce rivolte al resto della squadra. Un episodio di violenza che nulla ha a che fare con il calcio e con la Serie B, che da sempre promuove valori di rispetto e di tolleranza”.

La Lega di Serie B, in una nota, stigmatizza l’aggressione avvenuta ad Ascoli Piceno, nei confronti di due calciatori, dopo la sconfitta a Venezia.

“Un fatto fra l’altro controproducente per una squadra in difficoltà di classifica che invece ha bisogno dell’affetto dei tifosi, come del resto dimostra la stragrande maggioranza della tifoseria bianconera – aggiunge la nota -. Il presidente Mauro Balata, in rappresentanza della Lega B, esprime solidarietà al proprietario dell’Ascoli Picchio, Francesco Bellini, alla dirigenza, alla squadra e allo staff tecnico”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 259 volte, 1 oggi)