ASCOLI PICENO – “La pubblica amministrazione digitale compie tre anni, tuttavia il vero sforzo che bisognerebbe percorrere per la realizzazione degli obiettivi prefissati è la modernizzazione tecnologica. Questa, d’altro canto richiede investimento, risorse necessarie per tutti i comuni affinchè si possa portare avanti tale processo. Vero appello è che lo Stato non lasci soli i comuni in questa modernizzazione degli strumenti , poiché per arrivare a un vero cambiamento bisogna abituare i cittadini a una cittadinanza digitale. Si sente spesso parlare di città smart, ma queste per esserle davvero bisogna innanzitutto essere smart nelle abitarle. Un iter questo, che richiede l’alfabetizzazione di giovani e adulti”.

Con queste parole il sindaco Guido Castelli ha spiegato questa mattina, 12 marzo, presso l’ufficio Anagrafe di Ascoli Piceno le nuove modalità per il rilascio della Carta d’Identità Elettronica. Il primo cittadino aveva provveduto nei giorni scorsi a prenotarsi e stamane ha presentato tutta la documentazione necessaria per il rilascio della C.I.E.

L’acquisizione dei dati utili al rilascio della CIE avviene, infatti, solo su appuntamento tramite accesso all’Agenda elettronica ministeriale. Inoltre, è possibile fissare la data per lo svolgimento della procedura recandosi allo sportello URP, presso la sede centrale di Piazza Arringo, o telefonando ai numeri 0736-298910-916-969-917, fornendo i propri dati anagrafici e il codice fiscale. La Carta d’Identità Elettronica è un documento valido per l’espatrio, ha le dimensioni di una carta di credito e prevede un costo di 22 euro (27 euro per i duplicati).

La sua durata varia in base all’età del titolare: 3 anni per i minori di 3 anni; 5 anni per i minori dai 3 ai 18 anni; 10 anni per i maggiorenni. La C.I.E potrà essere rinnovata a partire da 6 mesi prima della scadenza e di norma non viene consegnata immediatamente ma entro sei giorni lavorativi dalla richiesta. Per questo motivo si raccomanda di provvedere per tempo alla prenotazione. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito del Comune.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte, 1 oggi)