ASCOLI PICENO – A due giorni dalla sfida che vedrà l’Ascoli affrontare al “Del Duca” l’Avellino in un decisivo scontro salvezza, il presidente Francesco Bellini ci tiene a far sentire la sua presenza; queste le sue parole in collegamento dal Canada: “Le cose vanno bene, potrebbero andare meglio ma vanno bene. Ho la parola di tutti i ragazzi che ce la metteranno tutta e che ci salveremo, dopo esserci salvati vedremo. I tifosi sono la cosa più importante, dobbiamo assolutamente vincere le due partite in casa”.

Con l’Avellino è la partita più importante – prosegue il presidente – non è l’ultima ma se vinciamo loro rimangono tre punti indietro, siamo in tanti lì non si sa cosa succederà. I miei ragazzi daranno la vita per riuscire a vincere, abbiamo buoni giocatori. Spero che un’annata come questa non capiti più, siamo stati sfortunati a perdere i nostri migliori giocatori, e non per una settimana”.

“Se i tifosi non sono contenti neanche io lo sono – conclude Bellini –  abbiamo provato a riparare a gennaio. Arrivare ai playout? Può essere una soluzione per salvarci ma non ci penso affatto, se succederà succederà, ma nella mia mente non esiste questa possibilità: sono convinto che ci salveremo come gli anni passati. Noi dovremo avere gli ascolani al campo che facciano il tifo facendo sentire tutto il loro sostegno ai nostri ragazzi, sono sicuro che lo stadio sarà caldissimo; questa è una squadra giovane che ci metterà il massimo impegno e sono sicuro che vincerà”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)