ASCOLI PICENO – Guido Castelli, sindaco di Ascoli, dice la sua sul bando “Sport e Periferie” che ha portato al Comune oltre un milione di euro per il pattinodromo del Pennile di Sotto: “Si tratta dell’ennesima dimostrazione dalle capacità strategica e progettuale della nostra amministrazione che nell’ultimo decennio, è riuscita ad ottenere finanziamenti senza precedenti. Quasi 35 milioni di euro per scuole, piste ciclabili, impianti sportivi, piazze, strade e immobili pubblici”.

“Un mare di soldi a cui ora si aggiunge il finanziamento di sport e periferie. Sono onorato di aver contribuito a tutto questo e di avere, nel mio piccolo, aiutato la mia cittá a migliorare gli spazi di tutti” esulta il primo cittadino.

Francesco Ameli, consigliere comunale del Partito Democratico ascolano dichiara: “E’ notizia di questi minuti che anche la città di Ascoli Piceno risultata meritevole di finanziamento di ben 1.472.444,62 € nel Bando sport e periferie 2017: un bando fortemente voluto dal Coni e dall’allora Ministro dello Sport Luca Lotti che arriva finalmente a compimento. Nel dettaglio si realizzerà la riqualificazione dei campi da tennis esistenti, la realizzazione di un nuovo velodromo (lunghezza pista 250 m), l’adeguamento della pista di pattinaggio (lunghezza pista 200 m) da realizzare all’interno del velodromo, la realizzazione di spalti che potranno accogliere 400 spettatori, la realizzazione di servizi per gli atleti, i giudici di gara e per gli spettatori”.

Il democratico aggiunge: “Queste buone notizie che arrivano grazie ad una visione determinante del passato governo, cozzano dinanzi ad un’amministrazione comunale fallimentare sugli impianti sportivi. La cittadella dello sport è ferma al palo, la tribuna est è oramai una barzelletta, al campo di Monterocco i genitori ancora aspettano la tribuna promessa, la gestione della piscina è stata un dramma e potrei continuare a lungo”.

Francesco Ameli lancia una stoccata a Castelli: “Fortunatamente i lavori al Pennile di Sotto saranno eseguiti con la prossima amministrazione comunale, dove Castelli sarà solo un brutto ricordo. Rimane il rimpianto per non esser riusciti a far comprendere le tante buone cose fatte (come questa) negli scorsi anni. Dal governo nazionale sono stati sbloccati (a gennaio iniziano i lavori) infatti i 18 milioni di euro per Monticelli, il Pennile di sotto con 1.472.444,62 euro e 1.630.000 euro per la riqualificazione del capannone ex Sauc di Porta Tufilla. Quando nei prossimi mesi gli operai in azione (Comune permettendo), forse riusciremo a capire la generosità del Pd – conclude il democratico – Il Piano sport e Periferie è nato con il governo Pd con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana attraverso gli investimenti sulle infrastrutture sportive. Piano che questo governo ha voluto, giustamente, mantenere. Pensare però che i gialloverdi vogliano cancellare l’autonomia e l’indipendenza del Coni, è qualcosa che mi fa rabbrividire”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte)