ASCOLI PICENO – Primi colpi per l’Ascoli Calcio in questo mercato invernale della stagione 2018/19 del campionato di Serie B; dopo aver per chiuso per il trequartista belga di origini marocchine Moutir Chajia, i bianconeri ufficializzano anche l’ingaggio del fantasista Amato Ciciretti, arrivato in prestito dal Napoli via Parma.

Le prime parole in bianconero di Chajia: “Sono molto felice di essere ad Ascoli e di essere tornato in Italia, in Portogallo non mi sono trovato molto bene, il calcio è differente, ho detto subito al mio agente di farmi tornare in Italia. Le mie caratteristiche? Mi piace giocare al calcio, mi piace dribblare, mi piacciono giocatori come Hazard e Neymar. L’Ascoli ha giocatori forti e di qualità, io mi giocherò le mie carte. Con il mister mi trovo bene, parlo tanto con lui, con i compagni mi trovo bene, ho giocato con Casarini a Novara”.

Le dichiarazioni del colpo del mercato bianconero Amato Ciciretti: “Che io sia il migliore colpo della serie B dovrò dimostrarlo sul campo, partita dopo partita. Non nego che giocare in Serie A sia il sogno di tutti, se non è possibile scendere di categoria non è degradante. Ho scelto Ascoli perché mi piace il calore della gente, ho parlato con il direttore e si è creato un rapporto di fiducia. Ho parlato con il mister, il modulo che usa è tra i miei preferiti, vorrei giocare più vicino alla porta. Ho fatto anche il regista, andando avanti mi sono spostato più in alto”.

“Le mie sensazioni sono state positive – continua Ciciretti – ho trovato un bel gruppo. Il Perugia è una bella squadra, non sarà semplice ma noi siamo l’Ascoli, se sono venuto qua è perché siamo una bella squadra. Obiettivi personali? Far ricredere alcune persone che negli ultimi anni non hanno creduto in me. A Parma ho avuto diversi infortuni che mi hanno frenato e non mi hanno permesso di rientrare in squadra. Io mi prendo le mie colpe ma adesso mi sento più maturo, prima facevo cose che adesso non rifarei, poi cresci e capisci che sei un professionista e devi pensare solo al calcio”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.