OFFIDA – Manca poco al Carnevale e agli eventi “clou” del Piceno.

Il 22 febbraio è stata emessa un’ordinanza dal sindaco di Offida Valerio Lucciarini, tenuto conto delle normative vigenti in materia di sicurezza pubblica e della conferenza dei servizi che si è tenuta per l’organizzazione delle manifestazioni del Carnevale, per le feste previste nel Borgo nei prossimi giorni. Specialmente per evitare schiamazzi fino a tarda notte, comportamenti non idonei e danni al decoro urbano. Ecco cosa prevede.

Dalle ore 20 del primo marzo, in occasione de “Lu Bov Fint”:

il divieto di somministrazione e vendita anche per asporto di tutte le bevande alcoliche di qualsiasi gradazione per gli esercizi pubblici di tipologia “bar, caffè e simili vale a dire esercizi in cui è prevalente la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione”;

il divieto di somministrazione e vendita per asporto di bevande alcoliche con gradazione superiore a 21 per cento di alcol in volume per gli esercizi pubblici di qualsiasi tipologia, esercizi commerciali, attività artigianali (pizzerie, pasta all’uovo, gastronomie e altro);

Dalle ore 21 del 5 marzo, in occasione dei “Vlurd”:

il divieto di somministrazione e vendita per asporto di bevande alcoliche con gradazione superiore a 21 per cento di alcol in volume per gli esercizi pubblici di qualsiasi tipologia, esercizi commerciali, attività artigianali (pizzerie, pasta all’uovo, gastronomie e altro);

Il bando può essere consultato interamente sul sito del Comune di Offida. I trasgressori saranno puniti e sanzionati nei modi previsti dalla Legge.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.