ASCOLI PICENO – Importante riconoscimento per il Piceno.

 Grande traguardo per l’azienda marchigiana Sabelli che si è collocata nella classifica delle trenta migliori imprese italiane del settore agroalimentare. A rivelarlo è stata la ricerca pubblicata sul L’Economia del Corriere della Sera ed elaborata dal Centro Studi ItalyPost, presentata venerdì scorso nel corso di un seminario presso l’Università Bocconi di Milano. A ritirare il premio è stato il dott. Leo Contartese, membro del Cda Sabelli Group.

Nell’indagine, condotta sui bilanci degli anni che vanno dal 2012 al 2018, è stata integrato un criterio dimensionale dove a parità degli altri fattori, il fatturato è stato valutato come elemento preferenziale all’interno di ciascun microsettore. 

Le imprese premiate insieme all’azienda di Ascoli Piceno si collocano tra i 20 e i 500 milioni di fatturato e rappresentano il fiore all’occhiello del settore agroalimentare, secondo comparto per fatturato globale dopo la Metalmeccanica, con un valore di 138 miliardi di euro nel 2018.

Sabelli, unica azienda marchigiana in classifica, tiene alta la bandiera delle Marche, rientrando tra le quattro aziende “Top” del settore lattiero caseario. Se nel 2012 il fatturato si attestava sui 61,5 milioni, nel 2018 ha superato i 147 milioni, delineando una crescita annua del 15,64%, un profitto industriale del 7,55% e un ritorno sul capitale del 14,32%.

“Siamo molto soddisfatti di questo traguardo – spiega Angelo Galeati, amministratore delegato di Sabelli Group – Questo riconoscimento se da una parte testimonia l’impegno profuso negli ultimi anni dal nostro gruppo all’interno del settore lattiero caseario, dall’altra rappresenta un ulteriore riconoscimento del legame che Sabelli mantiene vivo con il proprio territorio, le Marche. Siamo, infatti – prosegue Galeati – l’unica azienda marchigiana ad essere nella classifica delle 30 Imprese top 2019”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.