ANCONA – Il Movimento 5 Stelle correrà da solo alle prossime elezioni regionali, almeno stando alle dichiarazioni rilasciate oggi proprio dai pentastellati. “Il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, e Danilo Toninelli, responsabile delle campagne elettorali del MoVimento – si legge in una nota dei 5 Stelle – hanno incontrato questa mattina i due referenti per le elezioni regionali nelle Marche, Gianni Maggi e Martina Parisse, per definire la collocazione del MoVimento 5 Stelle. È stato rilevato che non ci sono le condizioni politiche per pensare a un patto civico che comprenda anche i partiti. Il MoVimento 5 Stelle, dunque, si presenterà alle prossime elezioni regionali nelle Marche da solo o con eventuali liste civiche”.

Un no quindi a una eventuale larga intesa col Pd per i 5 Stelle, di cui si è a lungo parlato, e a questo punto cambia tutto per il toto-candidature. L’attuale governatore  Ceriscioli, in una nota riportata dall’Ansa, chiede le primarie (“E’ lo strumento per individuare senza trucchi e senza inganni il candidato e io sono interessato a partecipare” ha detto) e di conseguenza andrà valutata anche la posizione di Sauro Longhi, l’ex rettore della Politecnica delle Marche che recentemente si era proposto come candidato Governatore di una larga intesa giallorossa e che a questo punto potrebbe trovarsi di fronte a un bivio: aspettare una chiamata dai 5 Stelle oppure le mosse del Pd.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.