ASCOLI PICENO – Pattugliamenti intensificati con controlli anche a persone che si muovono a piedi nei centri abitati da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale in tutto il territorio Piceno.

Nell’ambito delle verifiche alla legittimità degli spostamenti, come sancito dalla normativa contro la diffusione del Coronavirus, il 14 maggio ad Ascoli Piceno è stato controllato un cittadino 34enne proveniente dal Fermano, di origini tunisine e già conosciuto alle forze dell’ordine, il quale, a piedi in centro storico, all’atto della richiesta da parte dei militari della locale Compagnia, ha fornito verbalmente delle generalità che però non hanno convinto gli operanti che hanno deciso di portarlo in caserma per approfondire gli accertamenti attraverso il prelevamento delle impronte.

Infatti, all’esito degli esami dattiloscopici, il tunisino è stato identificato compiutamente e denunciato alla Procura ascolana, oltre che per mancata esibizione dei documenti, anche per aver fornito false generalità, forse per nascondere i reali motivi della sua presenza in città.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.