ANCONA – “Dobbiamo rimboccarci le maniche e dare un impulso deciso alla ricostruzione, come stiamo già facendo con le nuove ordinanze introdotte”.

Lo ha detto il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini a Castelsantangelo sul Nera, prima tappa della visita nei borghi terremotati dell’Appennino marchigiano. “I primi effetti dell’ordinanza 100 sulla ricostruzione privata li vedremo tra 3-4 mesi”, mentre per quella pubblica ha ricordato di “aver chiesto al Governo procedure negoziate sotto soglia comunitaria e poteri derogatori in capo al commissario”.

Per superare le perplessità dei professionisti sulle autocertificazioni, verrà “creato uno sportello a cui i tecnici potranno rivolgersi per le delucidazioni del caso. Le risposte arriveranno entro 10 giorni”.

Concorso per 197 nuove assunzioni a tempo pieno e determinato per gli uffici speciali della ricostruzione post sisma delle Marche. L’avviso è stato pubblicato sul sito della Regione e il termine per la presentazione delle domande scadrà il 4 luglio.

Intanto la struttura commissariale per la ricostruzione, guidata da Giovanni Legnini, ha stanziato “9 milioni e 66 mila euro per la ripresa dello smaltimento delle macerie pubbliche sul territorio marchigiano”. Lo ha annunciato Legnini durante un giro nelle aree terremotate della provincia di Macerata, partito da Castelsantangelo sul Nera


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.