ASCOLI PICENO – Ascoli-Benevento 2-4. Il Picchio si salva nonostante la sconfitta grazie ai risultati degli altri campi. Termina con una sconfitta la stagione dei bianconeri di mister Dionigi che possono festeggiare la permanenza in serie B grazie alle sconfitte di Pescara e Perugia che andranno a giocarsi i play out, salvo il Cosenza.

Decidono la gara le reti di Sau al 25′, Barba al 32′, Insigne al 45′, Morosini al 49′, Moncini all’86’ e Trotta al 92′.

INTERVISTE POST GARA

Il tecnico dell’Ascoli, Davide Dionigi: “Partita sbagliata siamo stati ingenui. Avevo visto le ultime partite del Benevento, venivano da qualche sconfitta e vi ha tratto in inganno aspettarci una squadra non così in grande spolvero e ho pensato di utilizzare un centrocampo a 3 ma loro hanno una qualità impressionante, siamo stati molto ingenui ma abbiamo avuto stasera la fortuna di essere premiati. I ragazzi sono arrivati scarichi hanno preso sotto gamba la partita ma nella nostra pochezza di stasera abbiamo avuto dignità e rispetto ma sopratutto il comportamento avuto in questo mese e mezzo ci ha premiato a livello di giustizia che viene dal lavoro e dalla dedizione e si protrarrà perché chi si comporta come noi con tanti sacrifici. Sono orgoglioso di aver allenato questi ragazzi e a loro va il grande merito di questa salvezza, io non ne ho tantissimi mi hanno dato tanto. Chiudiamo un mini percorso che ci permette di gioire.”

Come mi sento dopo la salvezza? Quando sono arrivato , tornavo in B con tanta carica e la cosa che mi ha convinto a venire qui sono state le parole del Ds. Dopo la sconfitta di Venezia a meno 4 dalla salvezza ho guardato di partita in partita, mi ero dato due partite per trovare la quadra. Ci ho messo tutto me stesso e ringrazio tutti i collaboratori che mi hanno aiutato. Quando si creano questi gruppi c’è anche un contesto sano. Tante partite le abbiamo battagliate.

Cosa si sente di dire ai tifosi? “Sono orgoglioso di aver conosciuto questa società e questi dirigenti e di essere stato chiamato e ringrazio il Ds per avermi dato l’occasione di compiere questa impresa. Sono orgoglioso per la gente di Ascoli perché non volevo che retrocesesse e avrei voluto chiuderla diversamente la stagione”

Cosa ho detto alla fine ai ragazzi? “Che questa sera si è sbagliato l’approccio mentale siamo stati ingenui e che abbiamo fatto un’impresa. “

Rimanere ad Ascoli? Mi sono trovato bene e il rinnovo è automatico, ma con il Ds ci siamo prefissati prima di salvarci non abbiam parlato di altro e avremmo tempo di parlare, programmare e vedere. Stare sulla panchina dell’Ascoli è un orgoglio per qualsiasi allenatore e sono orgoglioso perché verrò ricordato come un allenatore che ha salvato l’Ascoli.”

 

 

Festa in campo a fine partita

GUARDA IL VIDEO

https://www.facebook.com/PicenoOggi/videos/613660832868027/

 

 

 

RIVIVI IL MATCH

Ascoli-Benevento 2-4. Il Picchio si salva nonostante la sconfitta grazie ai risultati degli altri campi


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.