ASCOLI PICENO – Bufera in Confindustria Centro Adriatico Ascoli Piceno e Fermo. Con tanto persino di mail anonime indirizzate alla stampa. La situazione è stata tale che il presidente Simone Mariani, in accordo on il Consiglio Generale, auspicando che questo possa servire da monito e per riportare serenità, ha ridotto la richiesta del Collegio proponendo la sanzione dell’espulsione solo per le aziende collegate ad Andrea Santori e a Fabrizio Luciani. Agli stessi è stata comminata la ulteriore sanzione di incandidabilità nel Sistema Confindustria per 24 mesi.

“Il rispetto dello Statuto, del Codice Etico e della Carta dei Valori sono da sempre in Confindustria “conditio sine qua non” per far parte del Sistema – si legge in una nota – Purtroppo alcuni comportamenti, non in linea con quanto premesso, hanno turbato nelle ultime settimane la vita associativa di Confindustria Centro Adriatico Ascoli Piceno e Fermo. Si è reso necessario l’intervento del Collegio Speciale dei Probiviri dell’Associazione, che ha ravveduto gravi responsabilità nei confronti di alcuni imprenditori. In tempi brevissimi sarà convocato il consiglio di presidenza per avviare ogni azione tesa a riportare serenità all’interno della compagine associativa e rafforzare relazioni e rapporti interni”.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.