MONTI SIBILLINI – “Giornata impegnativa per i tecnici del Servizio Regionale Marche del Soccorso Alpino e Speleologico, con tre chiamate d’intervento nelle zone di competenza delle stazioni di Montefortino e Macerata”.

Si apre così la nota del Soccorso Alpino e Speologico Marche diffusa il primo maggio: “La prima chiamata, poi risolta agevolmente dagli operatori 118, in località Infernaccio per una caduta su terreno scivoloso. La seconda, per due escursionisti sul Monte Amandola che, sorpresi dalla nebbia, hanno perso il sentiero di ritorno andando a finire in una zona impervia che ha richiesto l’intervento della squadra di Montefortino. La stessa ha provveduto ad individuare e recuperare i due, riconducendoli poi al sentiero con la tecnica alpinistica di assicurazione in conserva”.

Per la terza richiesta di soccorso, in località Pioraco, è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso Icaro 02. Il soggetto ha riportato un trauma cranico a seguito di una caduta causata anche in questo caso dal sentiero scivoloso. Il paziente è stato quindi raggiunto dalla squadra di terra di Macerata che, dopo averlo immobilizzato e prestato le prime cure, lo ha consegnato al Tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico e al medico di bordo che nel frattempo erano stati verricellati a terra” si legge nella nota.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.