ASCOLI PICENO – Di seguito una nota stampa del presidente di Questione Natura, Roberto Cameli, che racconta l’esperienza della giornata del 4 giugno, dedicata alla pulizia della città con i ragazzi dell’istituto Mazzocchi.

Venerdì 4 giugno siamo tornati ad Ascoli a fare visita ai ragazzi del Mazzocchi – negli scorsi mesi siamo rimasti collegati ai giovani partecipando in Dad a diverse assemblee d’istituto – questa volta per imparare insieme e dal vivo. Il progetto di Educazione Ambientale di Questione Natura ha preso il via: Ripuliamo la scuola e la città. Le rivoluzioni partono dal basso, ed è proprio per questo che abbiamo deciso di rivolgerci ai ragazzi delle prime. Insieme alla collaborazione della preziosa vice-preside Emanuela Gabrielli e della super prof Sara Filiaggi subito entusiaste dell’idea, il progetto ha preso il via.

E così venerdì mattina siamo usciti con tutti i ragazzi del primo anno con una missione: fare del bene. Partendo dal plesso scolastico abbiamo cominciato la raccolta rifiuti proseguendo poi per le vie della città (ci siamo divisi in 5 gruppi). Durante “l’esplorazione”, mentre si liberava il terreno dalla sporcizia, abbiamo dato ai ragazzi importanti nozioni di educazione e rispetto ambientale: con dei piccoli esempi pratici questi giovani hanno visto quanto è facile fare del bene e mantenere pulito il nostro pianeta e da una timidezza generale d’inizio come ci siamo addentrati nell’opera l’entusiasmo e la voglia di fare pervadeva ogni ragazzo. L’esempio di giovani che lavorano insieme per un fine comune, che è il bene della propria comunità, è ciò che ogni volta riesce a legare ed unificare il gruppo. Abbiamo fatto tappa al campo sportivo per togliere i rifiuti anche da lì e fare una mini escursione con i ragazzi in mezzo al “piccolo bosco” per entrare in contatto con i suoni e gli odori della natura. Abbiamo ripreso il cammino per raggiungere la tappa finale: il fiume di Porta Cartara.

In poco più di 3 ore abbiamo imparato insieme:

– a rispettare l’ambiente, generare meno rifiuti e non gettarli a terra.
– con un piccolo sforzo possiamo fare del bene e dare l’esempio insieme.
– è il momento di cambiare abitudini.
– mens sana in corpore sano: i “sensi” della natura.
– l’unione fa la forza!
Grazie a tutti i ragazzi e i professori che si sono uniti a noi, ci vediamo il prossimo anno.
Siete la meglio gioventù e insieme possiamo cambiare il mondo.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.