ASCOLI PICENO – In vista del grande afflusso di pubblico verso Castelluccio per l’annuale fenomeno della fioritura, la Questura di Ascoli ha concordato con le autorità umbre un sistema di accesso controllato alla piana.

Le disposizioni che seguono riguardano solo ed esclusivamente i prossimi due fine settimana, per un totale di quattro giorni: 3, 4, 10 e 11 luglio.

Nei giorni indicati, a partire quindi da domattina, il controllo dei flussi di traffico inizierà alle 8, per concludersi alle 20.

Nel territorio arquatano il traffico sarà monitorato in 2 punti di filtraggio presidiati da diverse pattuglie: all’innesto tra la S.P. 89 Valfluvione e la S.P. 34 Forca di Presta (salendo, a circa 2,5 km da Pretare) e, più a monte, al valico di Forca di Presta (poco prima del confine con l’Umbria).

Nella fascia oraria e nei giorni indicati vide il divieto assoluto di accesso alla piana per tutti gli autoveicoli che dunque, per quanto riguarda il versante marchigiano, saranno bloccati al valico di Forca di Presta o solo in caso di afflusso eccezionale al punto di filtraggio più a valle.

Eccezioni

L’accesso alla piana (e dunque l’ingresso in Umbria) è sempre consentito per i residenti e gli esercenti di Castelluccio, per gli ospiti delle strutture ricettive, i disabili, le biciclette, le moto e i bus turistici.

Indicazioni di massima

Salvo disposizioni contingenti (e solo per motivi di sicurezza) delle pattuglie presenti sul posto, il Comune di Arquata garantisce l’accesso a Forca di Presta a tutti coloro che intendono fare escursioni al monte Vettore e alle altre destinazioni raggiungibili a piedi partendo dal valico.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.