ASCOLI PICENO – Dal diritto internazionale umanitario all’emergenza, alla protezione e tutela internazionale dei beni culturali nei conflitti armati, all’emergenza sociale e sanitaria ed altro in un percorso pensato itinerante per la citta ascolana. La Croce Rossa Italiana ha fatto della formazione una solida base per offrire a tutti la possibilità di impegnarsi e acquisire gli strumenti utili per un impatto positivo sulla società, portando aiuto ovunque, per chiunque.

Nei prossimi 9 e 10 ottobre ad Ascoli si terrà un campo formativo dedicato a tutti i volontari della Cri delle Marche. Una maratona formativa firmata Croce Rossa ad Ascoli Piceno. Formazione, prima di tutto, per far sì che Croce Rossa Italiana sia sempre un’Italia che aiuta.

Attraverso una formazione trasversale e inclusiva, l’Associazione forma i suoi volontari per rispondere alle esigenze delle comunità locali, aumentare la capacità di risposta in caso di emergenze e diffondere i valori della cittadinanza attiva e della prevenzione. Con l’obiettivo di costruire comunità più resilienti, la formazione è lo strumento che facilita e accelera il cambiamento che, molto spesso, è già presente dentro di noi.

“La formazione del volontariato –dice la Presidente della Cri di Ascoli, Cristiana Biancucci  – Deve essere il nostro punto di riferimento in una società in continuo cambiamento. Essa deve essere pensata sempre più per essere luogo, spazio, tempo di apprendimento per il volontariato, ma soprattutto essa deve riflettere l’identità sociale della nostra associazione. Il campo formativo ha come obiettivo elevare la professionalità dei volontari, dove il criterio portante dell’agire è il dono e la professionalità è il mezzo che trasforma l’impegno in utilità. Il volontario è più vicino a chi ha bisogno, e per primo coglie le esigenze nuove e cerca soluzioni appropriate. Per questo motivo è proprio dal volontariato che sono spesso maturati nuovi approcci assistenziali. I volontari rappresentano le sentinelle sui nuovi scenari sociali e ci permettono di avere una porta sempre aperta verso i bisogni delle persone”.

Andrea Corinaldesi consigliere regionale della Cri Marche ringrazia l’amministrazione Comunale nella persona dell’assessore Brugni Massimiliano per aver accolto il campo formativo. Il ringraziamento va inoltre alla Croce Rossa ascolana radicata sul territorio. Il comitato ascolano non ha esitato un attimo nell’accogliere di buon grado questa impegnativa attività formativa che si svolgerà su diversi siti ascolani, sempre nel rispetto delle norme anticovid.

Dalla centralissima piazza del Popolo, all’auditoriun Neroni con un workshop su area salute e formazione, fino al campo di San Marcello dove moltissimi volontari si formeranno sulle tecniche di telecomunicazione e su come affrontare le emergenze con attività pratiche di montaggio, smontaggio tende ed attività di role playing formativo, con tecniche simulative, grazie al lavoro coordinato del delegato tecnico regionale Emanuele Bajo. Non poteva inoltre mancare l’area sociale, con un workshop dal titolo “L’emergenza un viaggio nel vissuto dei volontari presso la bottega del terzo settore”, in cui si confronteranno i volontari che operano quotidianamente nel sociale, con testimonianze di volontari impiegati anche in  missioni all’estero e su navi di migranti.

Anche i giovani avranno un loro spazio dedicato alla Croce Rossa innovazione e gestione dei social, i quali organizzeranno anche un meeting dei giovani Cri Marche e Abruzzo. La delegata area Formazione e Salute dottoressa Alice Brisighelli ha evidenziato l’importanza del campo formativo in cui verranno coinvolti molti volontari che perverranno da tutte le parti della regione Marche.

Inoltre in questi due giorni verrà presentato la campagna nazionale della Cri “Dona che ti torna” in cui si vuole promuovere e divulgare la cultura della donazione del sangue, plasma tessuti ed organi che vedrà una collaborazione con le storiche associazioni del territorio. In un momento così delicato e difficile per tutto il Paese, ognuno di noi può fare la differenza contribuendo, in maniera concreta, attraverso una donazione di sangue o di plasma.

L’assessore Brugni Massimiliano sottolinea  la collaborazione stretta tra l’amministrazione comunale ed il comitato di Ascoli Piceno e ringrazia oltre la Presidente Cristiana Biancucci anche tutti i volontari che ogni giorno operano sul territorio tante sono le iniziative che ci vedono collaborare non per ultimo il progetto  per la struttura della Casa albergo Ferrucci con uno stanziamento da parte della Cri di Ascoli di 60 mila euro .


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.